La proposta di legge per inserire nelle Gae i diplomati magistrali

Una proposta di legge per i diplomati magistrali. In un articolo apparso quest’oggi su Orizzonte Scuola se ne torna a parlare. Non si tratta certo di una novità dell’ultima ora perché nel pezzo ci si riferisce a quanto formulato da Sinistra Italiana con la proposta di legge che guarda all’immissione in ruolo di chi in Gae già ci sta da 17 anni e chi invece ci sta entrando con i ricorsi. La stessa era stata presentata ad un convegno intitolato “Tutta un’altra scuola” che si è svolto lo scorso 12 maggio. In base a questa proposta di legge i diplomati magistrali verrebbero inseriti in Gae.

Non è un transitorio

Nel presentarla, i deputati di Sinistra Italiana hanno spiegato in cosa consiste, secondo il loro partito, il piano pluriennale alla base della proposta. Non si tratta di un transitorio come molti avevano paventato e già bocciato come proposta, forti delle pronunce dei giudici che sancivano il diritto di essere inseriti in Gae. E’ proprio partendo da questo diritto anzi che si propone di inserirli per legge nelle graduatorie ad esaurimento, solo che questo va fatto tenendo presente che esistono decine di migliaia di precari delle Gae infanzia che attendono di essere assunti. Per sanare tutte le ingiustizie dei governi precedenti e della legge 107 va dunque adottato un piano pluriennale per così dire programmatico.

Potrebbe interessarti:  Scuola, precari con 36 mesi: trattative Miur sindacati in corso

Il cuore della proposta

Occorre rendere immediatamente disponibili per l’immissione a tempo indeterminato i posti attualmente coperti con incarico annuale, riconoscere il diritto a tutti i diplomati magistrali di entrare nelle GAE, e introdurre l’organico di potenziamento nella scuola dell’infanzia, relegata a Cenerentola dell’Istruzione. Istruzione, poi, che dovrebbe esser obbligatoria fino ai 18 anni, «come migliore ricetta contro la dispersione» e poi sarebbe necessario abbassare il numero degli alunni per classe per migliorare la qualità della didattica.” Le dichiarazioni che leggiamo erano state rilasciate durante il convegno “Tutta un’altra scuola” di cui accennato all’inizio del presente articolo.

Apertura delle Gae

telegram-scuolainforma-336x280

Si trova all’interno dell’art.4 della proposta di SI la parte che riguarda i diplomati magistrali in cui si dice che “All’articolo 1, comma 96 della Legge 13 Luglio 2015, n.107, lettera b), aggiungere, in fine, il seguente periodo: «Sono iscritti a pieno titolo nelle graduatorie ad esaurimento del personale docente, anche tutti coloro che hanno conseguito il diploma magistrale entro l’anno scolastico 2001/2002 ed i soggetti di cui all’articolo 15, comma 17 del decreto ministeriale n. 249 del 2010» “. Alleghiamo di seguito il testo integrale della proposta di legge in questione.
sinistra-italiana__Pdl.-Stabilizzazione-precari-scuola