A sorpresa e in gran segreto, oggi, venerdì 16 giugno 2017, sono già disponibili i cedolini degli stipendi sul portale dei pagamenti NoiPA
A sorpresa e in gran segreto, oggi, venerdì 16 giugno 2017, sono già disponibili i cedolini degli stipendi sul portale dei pagamenti NoiPA

Una mossa davvero astuta quella messa in atto da parte degli amministratori del portale dei pagamenti NoiPA. La nota piattaforma informatica dei pagamenti questa volta azzittisce proprio tutti. Da oggi, infatti è possibile visualizzare già i cedolini dello stipendio di giugno e, cosa strana, nessuna comunicazione ufficiale è stata resa nota sui canali ufficiali web e social di NoiPA.

NoiPA, pubblicati a sorpresa i cedolini di giugno 2017

In effetti sul portale degli stipendi, a partire dalle ore 18:00 di quest’oggi, venerdì 16 giugno 2017, erano già consultabili i cedolini stipendiali in formato Pdf della mensilità di giugno. Evidentemente, questa volta, il Mef ha giocato d’anticipo, dopo le forti critiche e le ampie polemiche sorte meno di un mese fa quando fino all’ultimo giorno utile di maggio (22 maggio) ancora non si era in grado di visualizzare il cedolino e l’entità del proprio stipendio.
A quanto pare, tutti i dipendenti pubblici facenti capo ai diversi comparti del pubblico impiego, forze armate e Vigili del Fuoco discontinui compresi, possono sin da ora collegarsi al portale NoiPA utilizzando le credenziali di accesso; accedendo quindi all’apposita area ‘cedolini’, si potrà già conoscere l’ammontare della rata stipendiale di giugno.
Dalle informazioni che correvano in giro sul web, Scuolainforma riteneva verosimile una data di pubblicazione prossima al 18 giugno ma con tutta sorpresa NoiPA ha anticipato quanto previsto dalla nostra redazione di ben due giorni.

Potrebbe interessarti:  ATA, controlli su supplenze per titoli falsi

Cedolini di giugno 2017 già presenti in piattaforma NoiPA: una mossa che spiazza tutti anche per evitare malfunzionamenti al portale

Insomma, questa volta NoiPA ha tagliato la testa al toro e ha deciso autonomamente di evitare la pubblicazione di avvisi o di informazioni sui classici canali di informazione web e social, tutto questo per evitare le polemiche e la confusione tra gli utenti della piattaforma, anche dal punto di vista tecnico, così come purtroppo è avvenuto nei giorni precedenti il 23 maggio scorso, quando l’eccessiva consultazione dello stesso portale ha provocato imbarazzanti malfunzionamenti a tutto il sistema NoiPA.
Nelle prossime ore Scuolainforma vi informerà su ulteriori notizie con carattere di ufficialità in merito alla tematica trattata.