Concorso scuola 2018 ultime notizie: è allarme per i Crediti Formativi Universitari
Due interrogazioni presentate dai deputati Manuela Ghizzoni del Partito Democratico e Gianluca Vacca del Movimento Cinque Stelle presso la Commissione Cultura della Camera denunciano l’arrivo del cosiddetto ‘mercato dei crediti universitari per l’accesso ai ruoli di docente’.

Scuola, nuovo concorso docenti 2018 ultime notizie: allarme per ‘mercato CFU’

La notizia è stata riportata dal quotidiano ‘Italia Oggi’: alcuni privati, infatti, offrirebbero infatti la possibilità di conseguire i CFU a pagamento, nonostante non siano stati ancora individuati ufficialmente i settori scientifici e gli obiettivo formativi di riferimento. L’onorevole Gianluca Vacca sostiene che ‘anche le istituzioni universitarie possono trarre un notevole vantaggio economico attraverso l’erogazione di corsi liberi o specifici percorsi formativi come i master, innescando un vero e proprio mercato dei crediti formativi universitari’.
Ecco perché i due deputati, attraverso l’interrogazione presentata in Commissione Cultura alla Camera, intendono chiedere al Ministero dell’Istruzione di promuovere in collaborazione con le Università statali appositi percorsi gratuiti per non sottoporre i candidati a spese gravose per conseguire i crediti.

Miur, Gabriele Toccafondi: ‘Un decreto fisserà requisiti e condizioni’

A questo proposito, il sottosegretario al Miur, Gabriele Toccafondi ha voluto rassicurare l’ambiente, affermando che ‘il Miur ha avviato le procedure, in particolare per il profilo universitario, ai fini di dare corretta ed adeguata applicazione al dettato normativo, anche coinvolgendo, per i relativi pareri, il proprio organo tecnico consultivo, ovvero il CUN (Consiglio Universitario Nazionale). Il Miur, dunque, vuole buttare acqua sul fuoco assicurando di aver avviato l’iter per dare attuazione alle nuove disposizioni sulla formazione iniziale e l’accesso nei ruoli di docente della scuola secondaria: un decreto ministeriale fisserà requisiti e condizioni in vista del primo concorso nazionale che si terrà nel 2018, come indicato dal decreto legislativo sul nuovo sistema di reclutamento docenti.
Potrebbe interessarti:  Concorso straordinario e servizio su ore alternative IRC