Scuola, immissioni in ruolo 2017/8: Miur conferma i numeri, 50% da GaE e da GM

Arrivano conferme dal Miur in merito alle immissioni in ruolo previste per l’anno scolastico 2017/2018. Le conferme sono arrivate dal sottosegretario Gabriele Toccafondi in occasione di un ‘question time’ presso la Commissione Cultura alla Camera, riguardante il precariato delle Graduatorie ad Esaurimento e delle Graduatorie di Istituto.

Scuola, sottosegretario al Miur, Gabriele Toccafondi su assunzioni docenti precari anno scolastico 2017/8

In pratica, il sottosegretario ha sottolineato quelli che sono stati i provvedimenti adottati dal Governo, prima con il piano assunzionale straordinario Buona Scuola, poi con l’istituzione della fase transitoria che precederà l’entrata a regime del nuovo sistema di formazione e reclutamento docenti.
Toccafondi ha ricordato come i posti vacanti e disponibili andranno, ancora una volta, suddivisi al cinquanta per cento tra i docenti inseriti nelle Graduatorie ad Esaurimento e quelli inseriti nelle Graduatorie di Merito, sino alla vigenza delle medesime, oltre al fatto che per i docenti abilitati è stato previsto un concorso consistente in una sola prova orale non selettiva, al termine del quale verrà stilata una graduatoria di merito regionale ad esaurimento dalla quale si attingerà annualmente: i docenti svolgeranno un anno di servizio con valutazione finale di immissione in ruolo. Tale concorso dovrà essere bandito entro il mese di febbraio del 2018. Come oltre modo previsto dal decreto attuativo della legge 107 riguardante la riforma del reclutamento, i docenti inseriti in terza fascia delle graduatoria di istituto con almeno 3 anni di servizio parteciperanno ad un concorso semplificato consistente in una prova orale e una scritta, ai fini dell’avviamento al percorso di formazione e tirocinio con cadenza biennale.

Immissioni in ruolo 2017/8: Toccafondi conferma 52mila posti

Pertanto, le immissioni in ruolo per l’anno scolastico 2017/8 avverranno ancora per il 50 per cento da GaE e 50 per cento da GM: da quest’ultime si potrà attingere anche oltre la soglia del 10 per cento di idonei nell’eventualità in cui la Graduatoria di Merito risulti esaurita. Il sottosegretario Toccafondi ha confermato, inoltre, i numeri già anticipati le scorse settimane ovvero 15mila posti come incremento dell’organico di diritto, 21mila per turn over pensionamenti e 16mila già vacanti e disponibili per un totale di 52mila posti circa da destinare alle immissioni in ruolo.

Potrebbe interessarti:  ATA, stop appalti di pulizia: che fine ha fatto la stabilizzazione degli Lsu?