Università di Cagliari: l'ateneo propone i primi esami in lingua sarda
Università di Cagliari: l'ateneo propone i primi esami in lingua sarda

L’Università di Cagliari propone un’innovazione all’interno della sua didattica: d’ora in avanti alcuni esami saranno sostenuti in lingua sarda. I primi esami in tale modalità sono stati già effettuati ieri 22 Giugno. Già da diverso tempo, l’ateneo cagliaritano tiene dei corsi in lingua sarda, un progetto interessante al fine di promuovere l’idioma locale e preservare dunque un elemento fondamentale della cultura di questa bellissima isola.
I corsi in questione sono impartiti dal professor Maurizio Virdis. Sono sicuramente lezioni atipiche, che si discostano sensibilmente dai corsi di linguistica sarda, attivi nella didattica da circa 50 anni oramai. Il corso del professor Virdis ha avuto la durata di 60 ore ed ha permesso agli studenti dell’Ateneo di acquisire 12 CFU.

Università di Cagliari: comprendere e tradurre per sostenere i primi esami in lingua sarda

L’Università di Cagliari ha inaugurato i primi esami da svolgere in lingua sarda. Tuttavia, per sostenere simili prove orali, è opportuno comprendere e tradurre tale lingua. Bisogna dunque lavorare ed analizzare alcuni testi in maniera critica, per poi inquadrarli storicamente. Ad affermarlo è lo stesso programma del corso tenuto dal professor Maurizio Virdis, che continua: ‘…Nonché avere la capacità di sostenere una conversazione in lingua sarda su argomenti relativi alla cultura della Sardegna’.

Università di Cagliari: come si è svolto il primo esame in lingua sarda?

Per la prima volta, all’interno di un ateneo italiano, 10 studenti hanno sostenuto un esame in lingua sarda. Tra i ragazzi messi alla prova, ci sono stati Elisa Palmas (originaria di Segariu) ed Antonio Cordella (proveniente da Busachi). Il corso tenuto dal docente ha visto la partecipazione di 20 iscritti ed è durato 60 ore. Il rettore Maria Del Zompo ha dichiarato di essere soddisfatto che l’ateneo sia stato coinvolto in questo esperimento. La professoressa Del Zompo, dopo l’incontro con i consiglieri regionali, ha affermato che c’è stata un’ottima interazione con loro, ma che adesso sarà necessario un percorso di certificazione della lingua sarda, come del resto previsto per tutte le lingue ereditarie.
Fonti:
Unionesarda.it
Repubblica.it