Il passo del gambero

Il Pd continua a perdere voti in tutta Italia. Dopo la batosta presa al referendum costituzionale che è costata il posto a Matteo Renzi, il risultato dei ballottaggi per le elezioni a sindaco conferma l’attuale trend negativo di consensi al Pd. Anche l’affluenza media alle urne è in calo rispetto alle precedenti consultazioni. Ovunque le percentuali sono al di sotto del 50%. L’unico comune dove non si è raggiunto il quorum per assegnare la poltrona di sindaco è stato quello di Trapani. Si è dunque proceduto al commissariamento per il capoluogo siciliano.

Il Pd riconosce la sconfitta

Tgcom24 apre la sua rassegna stampa con questa notizia, evidenziando come il Pd ammetta la sconfitta. Storiche roccaforti della sinistra come Genova, Sesto San Giovanni e Pistoia cadono. I sindaci Pd se ne vanno a casa per lasciare il posto al centro-destra. Finisce così una egemonia durata 25 anni. I cittadini si sono ribellati alle politiche delle amministrazioni a guida Pd. Viene così confermata la nuova tendenza che vede ovunque spirare il vento avverso. Il Pd è finito; se si votasse oggi non riuscirebbe ad avere la maggioranza in Parlamento.

Potrebbe interessarti:  Corsi abilitanti, lo stop di Bussetti: “soldi buttati”, news 16/01

Le reazioni

I commenti dopo il voto straripano delusione e ansia di rivincita. Su Il Sole24Ore dei leader Orlando e Renzi lo fanno intendere chiaramente. In particolare Renzi dà la sua lettura: «Sono risultati a macchia di leopardo. Poteva andare meglio, ma le politiche sono un’altra cosa». Ma il risultato finale di appena 6 comuni contro 16 non lascia troppi margini a speranze di recupero. Le elezioni politiche sono ormai dietro l’angolo e arrestare questa emorragia autentica di consensi non sarà affatto facile. Questo è il risultato delle scelte in tema di migranti e di salvataggio delle banche.

Bene anche il M5s

I primi risultati della tornata iniziale non avevano arriso agli uomini di Grillo. L’esito dei ballottaggi ha restituito al M5s 8 dei 10 comuni in cui erano rimasti in corsa per i ballottaggi. In vista delle prossime elezioni amministrative questo rappresenta un buon segnale per i pentastellati, ma anche la Lega aumenta le proprie ambizioni per arrivare al governo nazionale.