Tra le università USA che possono vantare grandi uomini di affari, vi è anche quella di Stanford
Tra le università USA che possono vantare grandi uomini di affari, vi è anche quella di Stanford

Circa 400 miliardari degli USA hanno ricevuto una formazione universitaria da una decina di prestigiose realtà del territorio. Al momento, ‘solo’ 2397 persone al mondo possono forgiarsi dello status di miliardario (in dollari si intende). Il dato è stato fornito dalla società Wealth X, specializzata in marketing, business e servizi finanziari. Il risultato è fuoriuscito dopo l’analisi nei confronti di soggetti aventi un patrimonio economico molto elevato, per non dire esorbitante.

USA: alcune prestigiose università che hanno formato famosi miliardari

Gli USA, si sa, sono un paese nato dal capitalismo e non dobbiamo perciò sorprenderci se questa nazione può vantare i più famosi e ricchi business-men sulla faccia della Terra. Una decina di istituti universitari possono vantare la ‘nascita’ di circa 400 miliardari al loro interno. Secondo la relazione di Wealth X. Tra queste, possiamo menzionare senz’altro l’università di Harvard, che ha istruito nomi illustri quali Bill Gates e Mark Zuckerberg.
Altra realtà degna di nota è quella di Stanford, con all’attivo 50 miliardari noti. Segue poi l’Università di Berkeley (California), dove nel 1982 si è laureato Eric Schmidt. Costui è il presidente esecutivo di Google, con all’attivo una patrimonio personale di circa 82,7 miliardi di dollari. L’Università della Pennsylvania può invece vantare tra i suoi ex studenti Elon Musk, cofondatore di Paypal. Musk è inoltre fondatore ed amministratore delegato di di Tesla e SpaceX. L’imprenditore si la qui laureato nel 1997 ed il suo attuale patrimonio si aggira intorno ai 246,5 miliardi di dollari.
Non dimentichiamo, inoltre, la Columbia University. Dalle sue mura sono usciti infatti 38 miliardari complessivi, tra cui Warren Buffett, noto filantropo e presidente d Berkshire Hathaway. Buffett si è laureato qui nel 1951 ed il suo attuale patrimonio è di ben 218 miliardi di dollari. Dal MIT esce invece il vicepresidente esecutivo di Koch Industries, David Koch, laureatosi qui ad inizio anni ’60. La sua ricchezza complessiva è di ben 157,9 miliardi di dollari.
Fonte:
Business Insider Italia

Potrebbe interessarti:  Siena, a scuola con la droga: scattata denuncia per uno studente