Cumulo pensione: cos'è e come funziona, i requisiti
Cumulo pensione: cos'è e come funziona, i requisiti

In questo articolo vi daremo alcune informazioni circa il cumulo pensione. Esso altri non è che un cumulo di contributi per la pensione anticipata, a favore di quei lavoratori che hanno l’intero assegno previdenziale calcolato con il sistema contributivo. Le regole per accedervi sono contenute all’interno della circolare Inps 103/2017. Tale circolare è importante ed esaustiva, poiché fornisce chiare informazioni e novità rispetto alle istruzioni degli anni precedenti.

Cumulo pensione: un’opportunità prevista dalla legge 184/1997

Il cumulo pensione è un’opportunità prevista dalla legge 184/1997 e riguarda tutti i lavoratori con iscrizione a due o più forme di assicurazione obbligatoria riguardante l’invalidità, la vecchiaia e i superstiti. I lavoratori in questione hanno la possibilità, dunque, di usare i periodi assicurativi in cumulo, che non devono però coincidere ai fini dei trattamenti pensionistici per l’inabilità e del conseguimento pensionistico per età avanzata. Valgono solamente i contributi dopo l’anno 1996.

Cumulo pensione: i requisiti

I requisiti per accedere al cumulo pensione sono i seguenti:

  1. Per quanto riguarda la pensione di vecchiaia: ventennio di contributi; età pensionabile; importo pensionistico che sia pari almeno ad 1,5 volte il minimo. Oppure, in alternativa: 70 anni di età e cinque anni di contributi effettivamente versati. E’ opportuno che non si lavori più come dipendente, ma è prevista la possibilità di sommare il trattamento con lavoro autonomo o parasubordinato. Nel caso in cui una delle casse interessate dal cumulo preveda un requisito di pensione di vecchiaia più elevato, bisognerà a questo punto applicare quest’ultimo.
  2. Parlando della pensione anticipata i requisiti sono: un ventennio di contributi; 63 anni; importo pensionistico che sia pari a 2,8 volte il minimo. In alternativa, il requisito per la pensione anticipata, ossia: 42 anni e 10 mesi di contributi per gli uomini e 41 anni e 10 mesi per le donne.

Cumulo pensione anticipata contributiva: la domanda

Come chiarifica il portale di materie giuridiche ‘La legge per tutti‘, la domanda deve essere istruita ‘dal’ultima gestione previdenziale in cui il richiedente è iscritto‘. Nel caso in cui l’interessato risulti essere iscritto ad una cassa professionale, la domanda sarà istruita dall’ultima gestione Inps, dove il richiedente è sto iscritto. L’articolo al riguardo termina: ‘La gestione che istruisce la pratica è anche la gestione che si occupa del pagamento della pensione in cumulo, comprensiva delle quote delle varie gestioni coinvolte’.
Fonte:
QuiFinanza
La legge per tutti