Scuola, assunzioni 2017/18: criteri, tempistica, graduatorie e nomine, allegato A del Miur
Scuola, assunzioni 2017/18: criteri, tempistica, graduatorie e nomine, allegato A del Miur

Il Miur ha diramato le istruzioni operative per le assunzioni 2017/18 nella scuola agli Uffici scolastici, per mezzo dell’Allegato A (visionabile e scaricabile). Vediamo di definire le graduatorie interessate, la tempistica, i criteri e le nomine. Iniziamo col dire che le graduatorie interessate sono le GaE e le GM del concorso 2016. Le nomine saranno effettuate per il 50% dalle GaE e per il 50% dalle GM 2016. I posti non assegnati lo scorso anno alle GM a causa delle graduatorie non ancora pronte e slittati alle GaE, saranno recuperati. Se ci saranno GM ancora non pronte, i posti saranno assegnati alle GaE e recuperati il prossimo anno. Le Graduatorie di merito, come da DL n. 59 del 13 aprile 2017, si potranno scorrere oltre il 10% di idonei nei casi in cui vi sia disponibilità di posti.

Tempistica e nomine, assunzioni 2017/18 scuola

Il contingente per provincia e cdc relativo alle assunzioni 2017/18 sarà disponibile dopo gli esiti della scuola secondaria di II grado, per cui dopo il 20 luglio. Le nomine partono dal concorso 2016. Il posto dispari viene assegnato alla graduatoria penalizzata lo scorso anno, mentre se le immissioni erano in numero pari, va al concorso. Nella scuola secondaria di I e II grado, anche per le GaE, si procederà alle nomine con le nuove classi di concorso. Alla fine del mese di luglio saranno pubblicati i nuovi elenchi dagli uffici Scolastici (dm n.400 del 12/6/17). Il criterio di assegnazione alle nuove classi di concorso per gli iscritti in GaE terrà conto dei punteggi, titoli di preferenza e precedenze posseduti all’aggiornamento del triennio 2014-2017, in questo ordine di favore:

  • la graduatoria di fascia più favorevole;

  • a parità di fascia, la graduatoria con maggiore punteggio;

  • a parità di punteggio e fascia, la graduatoria con maggiore anzianità di iscrizione.

Le nomine avvengono tramite lo scorrimento delle relative graduatorie. I ruoli saranno regionali, articolati in ambiti territoriali. I soggetti utilmente collocati nelle GM dei concorsi pubblici del personale docente o, in caso di scorrimento degli elenchi graduati in applicazione dell’articolo 17 comma 2 lettera a) del dlg.vo 59/2017, esprimono, secondo l’ordine di graduatoria, la preferenza per l’ambito territoriale di assunzione, ricompreso fra quelli della regione per cui hanno concorso. I soggetti iscritti nelle GaE del personale docente, esprimono, secondo l’ordine delle rispettive graduatorie, la preferenza per l’ambito territoriale di assunzione, ricompreso fra quelli della provincia in cui sono iscritti. La precedenza relativa alla legge 104 non opera per la scelta dell’ambito, ma solo per la scelta della sede.

Nomine su sostegno e altri casi

Anche le nomine su sostegno avvengono sempre al 50% tra GaE e GM. Hanno la priorità all’assunzione coloro che hanno acquisito l’abilitazione con il corso speciale del dm 21/05 (vedi punto A9). Chi viene assunto su posto di sostegno ha il vincolo quinquennale, prima di poter chiedere trasferimento su posto comune.

Classe A56 (ex A077): Per quanto riguarda le assunzioni per la classe A- 56 (ex A-77) – strumento musicale nella scuola media – dopo aver assicurato le assunzioni in relazione alle effettive disponibilità a tutti i docenti presenti in seconda fascia (ex prima fascia), le eventuali residue disponibilità sono ripartite, nell’ordine, tra i docenti inseriti in terza fascia (ex seconda fascia) e in fascia aggiuntiva di cui al D.M. 53/2012.

Articoli correlati: Assunzioni scuola 2017/18, nota Miur 27/6: le prime indicazioni