Graduatorie di Istituto, Miur: risolti problemi sistema SIDI
Graduatorie di Istituto, Miur: risolti problemi sistema SIDI

Graduatorie di Istituto – Dopo i numerosi solleciti da parte della maggior parte dei sindacati (la FLC CGIL in testa) tendenti ad evidenziare i numerosi casi di anomalie informatiche riscontrate sulla piattaforma SIDI, oggi, 3 luglio 2017, si è svolto, presso il Ministero, un incontro tra i sindacati e la Direzione Generale del Personale e quella dei Sistemi Informativi.

Graduatorie di Istituto, le anomalie sul sistema informativo SIDI finalmente sono state risolte: la comunicazione ufficiale del Miur e dei sindacati

Nei giorni scorsi, infatti, proprio la FLC CGIL aveva segnalato tali malfunzionamenti, i quali impedivano un corretto inserimento delle domande per il rinnovo delle graduatorie di istituto dei docenti e degli educatori. L’incontro di stamane aveva come obiettivo principale proprio quello di risolvere una volta per tutte le numerose anomalie del sistema informativo SIDI.
Il Ministero ha ai sindacati che le domande acquisite finora a sistema ammontano a circa 420.000 e che le segnalazioni inviate dai sindacati e dalle scuole sono state prese in esame per essere sanate. Secondo quanto dichiarato dal MIUR, oggi il sistema è perfettamente allineato.
La Direzione generale dei Sistemi Informativi, inoltre, ha deciso di raggruppare la maggior parte delle segnalazioni e dei problemi riscontrati dall’utenza in due filoni principali:

  • punteggi pregressi che ora sono stati valorizzati e conteggiati. Il MIUR procederà ad una verifica e ad un ricalcolo di tutti i punteggi dei docenti. Successivamente, in caso di anomalie, invierà una mail alle scuole per la riprova, prima di far validare i punteggi attribuiti. Se ci saranno disallineamenti sarà chiesta la verifica dei punteggi.
  • il problema del sistema che risultava “momentaneamente non disponibile” è stato finalmente risolto.
Potrebbe interessarti:  Scuola, mobilità docenti ultime notizie: presentati 2 emendamenti alla Legge di Bilancio 2019

Dopo le tante pressioni da parte dei sindacati nei confronti dell’Amministrazione affinché la stessa mettesse in atto i necessari interventi per risolvere tali problematiche, i sindacati hanno avuto anche l’occasione di evidenziare, durante il medesimo incontro odierno, la necessità impellente di posticipare, ancora di qualche settimana, la presa in carico delle domande dei futuri insegnanti.

Graduatorie di Istituto: le maggiori difficoltà riscontrate dagli utenti sono state le dichiarazioni dei titoli di sostegno e l’inclusione con riserva nelle GaE

Questo intervento, precisa la FLC CGIL, è sicuramente importante, ma invitiamo le scuole a fornire un riscontro sul funzionamento e ad inviarci eventuali ulteriori segnalazioni puntuali.
Sulle altre questioni abbiamo sollecitato un chiarimento rispetto alla dichiarazione del titolo di accesso (se già dichiarato non deve essere motivo di esclusione, non essendo rivalutato), e sulle difficoltà di inserimento delle domande degli inclusi con riserva nelle graduatorie ad esaurimento.
Sono state anche segnalate alcune difficoltà relative allo scioglimento delle riserve e alla dichiarazione del titolo di sostegno nelle procedure annuali delle graduatorie ad esaurimento.

Il sindacato FLC CGIL al Ministero: “Garantire la pubblicazione delle graduatorie di istituto entro l’inizio dell’anno scolastico”

Abbiamo anche chiesto – spiega la FLC CGIL – un impegno a garantire la pubblicazione delle graduatorie entro l’inizio dell’anno scolastico, per evitare il solito ricorso alle supplenze fino all’avente diritto, che hanno determinato notevoli problemi alle scuole, agli studenti e ai docenti precari.