Scandalo assunzioni 2017 Miur: sbaglia i conti e non ci sono i posti
Scandalo assunzioni 2017 Miur: sbaglia i conti e non ci sono i posti

Nuova falla del Miur, che porta all’ennesimo scandalo nazionale sulle assunzioni 2017: in Sicilia i candidati vincono il concorso ma i posti non ci sono. Contenti inizialmente per aver superato una selezione durissima, diversi neo docenti si sono ritrovati frustrati nel comprendere che per loro non ci sarà la cattedra fissa. Il ministero dell’Istruzione ha fatto male i conti e ha messo a bando più posti di quelli che poteva assegnare. Il rischio maggiore è che non si riesca ad essere assunti entro il mese di settembre del 2018, alla scadenza delle graduatorie. Come riporta Repubblica, “la situazione è diventata chiara l’altro ieri quando sono stati pubblicati i trasferimenti dei docenti della scuola media: pochi i posti accantonati per le immissioni in ruolo“.

Assunzioni in Sicilia 2017: il Miur ha sbagliato i conti

I posti banditi dal Miur per il concorso di Italiano, Storia e Geografia alla scuola media erano 433, ma sono arrivati fino in fondo in 267. Una garanzia di assunzione? Ebbene no! In tutta la Sicilia i posti accantonati per le assunzioni a tempo indeterminato non solo saranno 100, ma andranno divise a metà tra precari storici inseriti ancora nelle graduatorie provinciali ad esaurimento e vincitori di concorso. Ciò significa che per i 267 vincitori restano 50 posti. Discorso simile si può fare per chi insegna tecnologia. Di questo passo per assumere i vincitori di concorso occorreranno tra i 5 e i 6 anni, ma la graduatoria scade prima. Va meglio ai vincitori delle altre classi di concorso, ma resta il fatto che ancora una volta il Miur ha fatto una gaffe non da poco.

Potrebbe interessarti:  Bando di concorso per scuola d'infanzia e primaria

Potrebbero interessarti anche questi argomenti:

(Fonte)