Assunzioni per 90 insegnanti a Napoli

Previste nuove assunzioni di insegnanti nelle scuole comunali di Napoli. La notizia è stata ripresa dal portale scolastico Orizzonte Scuola che riprendeva una news da Il Ventiquattro. Nella nota del Comune di Napoli al riguardo viene scritto che la scelta di prevedere assunzioni a tempo determinato nel settore scuola è molto significativa perché consente di garantire al meglio il servizio offerto dall’amministrazione cittadina a migliaia di famiglie. Di conseguenza si apre una ottima opportunità di impiego per diversi insegnanti.

La delibera della Giunta del Comune di Napoli

Lo scorso 7 luglio 2017, dietro proposta degli assessori al Bilancio e alla Scuola, la Giunta comunale di Napoli ha approvato una delibera. C’era da superare l’ostacolo costituito dai vincoli di bilancio, ma il lavoro svolto dagli amministratori ha reso possibile sbloccare le assunzioni previste dal concorso 2010. Le graduatorie Formez saranno svuotate degi idonei, provvedendo ad assumere anche le 28 maestre del concorso 2015. Il sindaco Luigi de Magistris ha spiegato i criteri usati per coprire, in modo uniforme, il 50% delle vacanze di organico per ciascun profilo professionale. Tutto questo ha permesso di individuare la possibilità di assumere a tempo determinato altro personale.

Potrebbe interessarti:  Concorso Straordinario, gli insegnanti di ruolo a pieno titolo possono partecipare?

90 nuovi contratti a tempo determinato

La decisione adottata di dar corso alle nuove assunzioni è stata determinata dall’esigenza di dover riempire i tanti vuoti di organico che anche nel 2017 si registrano in conseguenza dei pensionamenti che massicciamente caratterizzano questi anni. Con la delibera della Giunta partenopea si apre dunque alla possibilità di dare lavoro a ben 90 insegnanti per stipulare un contratto a tempo determinato con la scuola comunale. Di questi tempi, data la situazione occupazionale, non è poco. Il tutto verrà ufficializzato indicativamente per fine luglio. Nella giornata di domani la delibera approderà in Commissione interministeriale, cominciando così il percorso che porterà al pronunciamento definitivo.