Bologna, bambini si allontanano dalla materna vagando per la città
Bologna, bambini si allontanano dalla materna vagando per la città

E’ accaduto a Bologna: due bambini si sono allontanati dalla scuola materna comunale Giaccaglia-Betti nel parco della Montagnola (in pieno centro città), vagando da soli. I due minorenni sono giunti infine presso una trattoria sita in Via Belle Arti. I bimbi hanno avuto l’incredibile abilità di attraversare da soli il parco e via Irnerio, fino a giungere presso la zona universitaria, in linea d’aria più di mezzo chilometro. L’episodio in questione è avvenuto l’altro ieri 10 Luglio 2017 intorno alle ore 12:00.

Bologna, bambini ‘evasi’ dalla materna vagano per la città: l’intervento della polizia

Incredibile quanto avvenuto a Bologna lo scorso 10 Luglio. Due bambini sono ‘evasi’ dalla scuola materna dove erano stati lasciati dai genitori, ed hanno vagato per la città. E’ d’uopo precisare che l’istituto in questione è aperto anche durante il periodo estivo. E’ stato necessario l’intervento della polizia e subito dopo sono stati contattati i famigliari dei due minori. Questi sono apparsi molto arrabbiati per il fatto increscioso e probabilmente presenteranno denuncia. Nel momento dell’allontanamento, sembra che le insegnanti dell’istituto fossero impegnate ad una riunione. I controlli non sono bastati, in quanto i bimbi sono riusciti ad andare via senza che nessuno se ne accorgesse.

Potrebbe interessarti:  Violenza nelle scuole della Sardegna: insegnante aggredita da alunni

Bologna, il ritrovamento dei due bambini

I due bambini sono stati alla fine ritrovati dai gestori di una trattoria sita in via Belle Arti, all’angolo con Via delle Mline, nel centro della città. La proprietaria del locale, la signora Bruna Sangalli, ha dichiarato: ‘Erano mano nella mano, accaldati, si vedevano che erano soli’. La donna ha chiesto ai piccoli dove fossero i loro genitori, ma questi ultimi hanno risposto di essere stati abbandonati. I gestori della trattoria hanno quindi provveduto a prendersi cura dei bambini facendoli entrare ed offrendo oro un succo di frutta. Infine, sono giunti i poliziotti a prelevarli. Tutto è bene quel che finisce bene.
Fonte:
La Repubblica