Scuola, immissioni in ruolo 2017/8: nota Miur del 27 luglio, calendario chiamata diretta neoassunti

Il Ministero dell’Istruzione ha provveduto ad inviare agli Uffici Scolastici, in data odierna, giovedì 27 luglio, la circolare contenente la procedura riguardante le nuove immissioni in ruolo ed il passaggio dei docenti neoassunti da ambito a scuola.
Il Decreto Ministeriale N. 522 del 26 luglio ha provveduto all’autorizzazione dei contingenti relativi ai posti comuni e ai posti di sostegno per l’anno scolastico 2017/8, sui quali i vari Uffici Scolastici Regionali predisporranno le immissioni in ruolo a tempo indeterminato.
Per quanto riguarda le diverse tempistiche, ecco la calendarizzazione prevista dal Miur.

Scuola, immissioni in ruolo 2017/8: nota Miur del 27 luglio, calendario chiamata diretta neoassunti

Entro il prossimo 5 agosto si terranno le convocazioni con assegnazione degli ambiti territoriali ai docenti destinatari delle immissioni in ruolo per l’anno scolastico 2017/18. I vincitori di concorso saranno chiamati ad esprimere la preferenza per l’ambito territoriale di nomina a livello regionale e, in seguito, i docenti immessi in ruolo dalle graduatorie ad esaurimento esprimeranno la preferenza per l’assegnazione dell’ambito di titolarità all’interno della propria provincia.
Dal prossimo 29 luglio 2017 sino al 6 agosto, invece, i docenti potranno inserire il proprio curriculum sul portale Istanze on line. Sempre dal 29 luglio al 6 agosto, si procederà all’assegnazione della sede ai docenti titolari di precedenze.
Dal 7 al 12 agosto si procederà alla individuazione per competenze (chiamata diretta) da parte del dirigente scolastico, con inserimento a sistema, da parte del dirigente scolastico, degli incarichi conferiti.

Infine, dal 16 agosto, si procederà all’assegnazione alle scuole dei docenti che non hanno ricevuto alcuna proposta o che, qualora l’abbiano ricevuta, è stata rifiutata sulla base degli elenchi con le proposte di incarico che saranno resi disponibili, entro il 14 agosto, dal Gestore del SIDI.
Potrebbe interessarti:  Scuola, precariato docenti e ATA ultime notizie: novità con l'emendamento alla LdB 2019