Mobilità annuale 2017 scuola: l'assegnazione della sede sarà 'manuale', come?
Mobilità annuale 2017 scuola: l'assegnazione della sede sarà 'manuale', come?

Il 2 agosto scade il termine per la presentazione delle domande relative alla mobilità annuale 2017, le assegnazioni provvisorie relative alla scuola secondaria di primo e secondo grado. A questo punto, si procederà all’elaborazione dei movimenti. Come avviene il tutto? Scopriamo l‘iter della domanda.

Scuola, FAQ Miur su utilizzazioni e assegnazioni provvisorie 2017

Iter domanda mobilità annuale 2017: assegnazione provvisoria

La domanda per la mobilità annuale 2017, o assegnazione provvisoria, viene inviata online (per alcuni casi cartacea) all’Ufficio Scolastico Provinciale della sede richiesta. Gli US, scaricano dal sistema la graduatoria di chi ha presentato domanda, tenendo conto di ordine di scuola e classi di concorso. Questa operazione viene poi pubblicata come ‘graduatoria provvisoria’ sul sito USP e indica le domande che sono state accettate e che verranno prese in considerazione (ma non è ancora detto che l’esito della domanda sia positivo). È possibile presentare reclamo (in tempi brevi) contro questa graduatoria, nel caso in cui si sia oggetto di errori. Alla graduatoria provvisoria, segue quella definitiva, che comunque riguarda sempre l’ammissione della domanda e non l’esito della procedura. Dopo questa, viene definito il movimento e l’eventuale assegnazione della sede.

Potrebbe interessarti:  ATA, controlli su supplenze per titoli falsi

Assegnazioni e utilizzazioni 2017/18: tabelle valutazione punteggio

Assegnazione della sede, mobilità annuale 2017: procedura manuale

In merito ai movimenti della mobilità annuale 2017, il MIUR ha emesso una nota di chiarimento datata 21 luglio 2017 in cui comunica che l’elaborazione del movimento dovrà essere “effettuato manualmente”. In pratica, è l’USP tramite i suoi funzionari, a gestire l’intera procedura di assegnazione delle sedi disponibili, tenendo conto della graduatoria. Il CCNI prevede che tutta la procedura si concluda e venga resa pubblica entro il 31 agosto 2017. Per conoscere gli esiti, dunque, ogni docente dovrà tenere sotto controllo il sito dell’USP.