Scuola, formazione neoassunti 2017/18: nota Miur e novità in arrivo

Il Miur, con la nota pubblicata sul proprio sito, dà le direttive preliminari in merito alla formazione dei neoassunti 2017/18 nella scuola. La nota ha come oggetto: “Periodo di formazione e di prova per i docenti neo-assunti. Orientamenti preliminari per la progettazione delle attività formative per l’a.s. 2017-18.” Arrivano novità in materia, trattate nel primo paragrafo della nota.

La formazione neoassunti 2017/18: la nota del Miur

La nota Miur sulla formazione dei neoassunti 2017/18 nella scuola inizia ricordando che l’anno scolastico 2016-2017 ha visto consolidarsi il modello, già sperimentato negli anni scolastici precedenti e previsto dal D.M. 850/2015 e dalla legge 107. Pare “risulti un sostanziale gradimento per il modello formativo adottato, soprattutto per ciò che riguarda l’attività di peer to peer, il portfolio formativo e il bilancio delle competenze.” Motivo per cui saranno confermati anche per quest’anno, ma con alcune novità. Vengono confermate ‘la durata del percorso, fissato in 50 ore di formazione complessiva, considerando le attività formative in presenza (riducendo ulteriormente l’approccio frontale e trasmissivo, a favore della didattica laboratoriale), l’osservazione in classe e la rielaborazione professionale, mediante bilancio di competenze, portfolio professionale e patto per lo sviluppo formativo (in versione semplificata). Quali le novità?

Novità formazione 2017/18 per neoassunti

Le novità 2017/18 per la formazione dei neoassunti nella scuola riguardano intanto “l’inserimento, tra i nuclei fondamentali dei laboratori formativi, del tema dello sviluppo sostenibile, come questione di grande rilevanza sociale ed educativa”… con obiettivi come i diritti, la cultura, lo sviluppo, l’ambiente, la salute, l’uguaglianza di genere, i giovani e la lotta contro le discriminazioni. “Una seconda novità si riferisce all’inserimento, per ora sperimentale, nel piano di formazione della possibilità di dedicare una parte del monte -ore a visite di studio presso scuole caratterizzate da progetti con forti elementi di innovazione organizzativa e didattica, in grado di presentarsi come contesti operativi capaci di stimolare un atteggiamento di ricerca e miglioramento continui.”

Potete consultare la nota Miur sulla formazione neoassunti 2017/18 per intero.