A Milano Mancano insegnanti di sostegno

E’ di ieri un nostro articolo sulla Messa a Disposizione (MaD) per gli insegnanti di sostegno. In questa fase transitoria, è possibile presentare la disponibilità ad insegnare anche senza il titolo abilitante (se siete interessati, vi consiglio di leggere l’articolo per avere maggiri informazioni).

Milano: necessitano 1.470 insegnanti di sostegno

A conferma di quanto scritto, la Cisl di Milano denuncia la mancanza di ben 1.470 insegnanti di sostegno soprattutto nelle scuole primaria e secondaria di I grado. Massimiliano Sambruna, segretario di Cisl Scuola, afferma che il contingente previsto per la città di Milano è di 1.953 per tutti gli ordini di istruzione ma non ci sono. Si prevede, inoltre, un aumento di questo numero perché chi non ha ottenuto i trasferimenti potrà ottenere l’assegnazione provvisoria fuori regione. Si aspetta con ansia la data del 31 agosto per sapere se ci saranno le assegnazioni e avere così una chiara situazione degli effettivi posti vacanti, in modo da evitare disagi agli studenti, per mancanza di docenti, e alle segreterie, che dovranno accelerare le convocazioni. Il problema però resta: gli insegnanti formati ottengono supplenze su posti comuni e, tra l’altro, neanche nelle scuole milanesi, che necessitano di specializzati. Una soluzione a questa mancanza potrebbe provenire dalle Università. Queste ultime, infatti, potrebbero organizzare corsi di formazione ad hoc per formare insegnanti di sostegno.

Anche i genitori richiedono personale specializzato

La necessità di formare docenti specializzati non deve essere vista come un modo per far lievitare le casse delle università, ma deve essere percepito come un reale bisogno richiesto anche dai genitori di alunni diversamente abili che notano la differenza fra chi ha l’abilitazione e chi non ce l’ha. E’ vero, un titolo non necessariamente porta ad essere un buon insegnante di sostegno ma certamente aiuta chi ha una particolare sensibilità verso una categoria di persone con determinate ed evidenti problematiche.