Studenti a lavoro alla festa del PD, Ilaria Cavo: “l’ennesimo caso scandaloso”
Studenti a lavoro alla festa del PD, Ilaria Cavo: “l’ennesimo caso scandaloso”

Liguria, 26 agosto 2017. Nonostante l’aumento esponenziale dei casi di sfruttamento di studenti in molte aziende italiane, spacciate per attività di scuola lavoro, ancora oggi si assiste inermi ai soliti scandali. Nelle settimane scorse anche la ministra Valeria Fedeli aveva dichiarato che presto avrebbe attivato una piattaforma online per segnalare i casi di sfruttamento degli studenti nelle attività di alternanza scuola – lavoro.

Studenti e le strane attività di scuola – lavoro: questa volta lo scandalo coinvolge il PD della Regione Liguria

Nonostante le buone intenzioni da parte della titolare del dicastero di Viale Trastevere, torna alla ribalta l’ennesimo scandalo. Questa volta i fatti parlano chiaro: un caso eclatante dello stesso genere è occorso durante la festa del PD in Liguria. Gli studenti di un Istituto Alberghiero genovese, infatti, sono stati obbligati a lavorare all’interno della kermesse politica non affatto retribuite. A tal proposito Ilaria Cavo, Assessore alla Cultura della Regione Liguria, precisa: “gli studenti hanno sciupato la possibilità di una seria esperienza di stage e di crescita”. La cosa grave, questa volta, è che il datore di lavoro (lo sfruttatore) è lo stesso Partito Democratico di Matteo Renzi, il partito di maggioranza che ha ideato e promosso l’iniziativa normativa in oggetto.

Ilaria Cavo sul caso precisa: “Quelli del Pd hanno, come al solito, le idee un po’ confuse”

A questa situazione grave e abbondantemente opinabile, orami criticata da diversi fronti politici oltre che istituzionali, fanno eco le dichiarazioni della stessa Cavo. L’esponente politica non ha problemi a dichiarare: “Quelli del Pd hanno come al solito le idee un po’ confuse e invertono la logica delle cose: mandano gli studenti a lavorare alla festa di partito anziché in un serio progetto professionale e culturale di alternanza scuola lavoro. E mandano il segretario di partito a un festival culturale anziché a un dibattito politico”. L’ex giornalista, oggi Assessore della Regione Liguria, si riferisce chiaramente allo scandalo degli studenti dell’Alberghiero che hanno lavorato presso la festa dell’Unità di Genova e alla presenza del segretario Matteo Renzi al “Festival della Mente”. Secondo la Cavo, infatti, questi due fatti, paradossalmente, sarebbero totalmente astrusi dalla realtà, sempre più lontana da quella vissuta dalla maggior parte degli italiani.

Le opinioni della Cavo sugli studenti ‘sfruttati’, diventano virali sui social

L’assessore Ilaria Cavo non perde tempo e riesce persino a rendere note le sue opinioni anche sui social: “I ragazzi di un istituto alberghiero sciupano la possibilità di una seria esperienza di stage e di crescita. E il Festival della Mente si trasforma in un momento di propaganda politica. Complimenti. Scandalosi”.
Che dire. Ogni cosa se utilizzata male diventa fonte di problemi. Il da farsi sarebbe chiaro a tutti ma il rimedio per aggiustare il tiro su questo fenomeno endemico pare non si voglia affatto trovare.