Bonus da 500 euro docenti 2017/18: cosa ci aspetta dopo il reset del Miur
Bonus da 500 euro docenti 2017/18: cosa ci aspetta dopo il reset del Miur

Come annunciato dal Miur con un avviso, a partire dal 1 settembre 2017 il bonus da 500 euro dei docenti sarà momentaneamente sospeso sulla piattaforma, per permettere il reset e la manutenzione in vista dell’accredito dell’anno scolastico 2017/18. Se si sa per certo la data di inizio del reset, non si conosce la data in cui sarà concluso e le somme saranno accreditate nuovamente in vista della formazione prevista per il prossimo anno. Cosa aspettarsi dopo il reset?

Bonus da 500 euro: quello dello scorso anno non speso?

La parte di Bonus da 500 euro dello scorso anno (2016/17) che non è stato speso, come previsto dalla normativa, sarà aggiunto ai 500 euro accreditati per il 2017/18 e potrà essere speso fino al 31/08/18. Se ad esempio un docente ha speso solo 300 euro lo scorso anno, per il prossimo si ritroverà con 700 euro (500+200 non spesi). Che dire dei buoni generati sulla piattaforma, ma non spesi e non annullati? Il Miur provvederà ad annullarli automaticamente e riaccreditare la somma che li riguarda nel borsellino elettronico del 2017/18. Questa situazione è più frequente di quanto si possa pensare, se si tiene conto le difficoltà con cui molti docenti hanno avuto a che fare al momento di spendere il buono. A perdere le somme non spese, saranno solo i docenti che vanno in pensione a partire dal 1 settembre.

Potrebbe interessarti:  Bonus merito, ecco le modalità di pagamento

Quando sarà accreditato il bonus da 500 euro 2017/18?

Nel momento in cui il Miur completerà le operazioni di reset, le somme del bonus da 500 euro saranno già disponibili in piattaforma per tutti i docenti neoassunti e i docenti di ruolo. Per legge, non spetta ai precari. Ricordiamo che per la registrazione in piattaforma è indispensabile avere l’identità digitale SPID.

Bonus da 500 euro Miur 2017/18: novità, istruzioni e come spenderlo

SPID, le FAQ ufficiali: risposte a domande che si fanno spesso