Messa a disposizione

Giriamo il comunicato stampa che ascuola ha girato alla nostra redazione riguardo la MAD.

“Sei iscritto nelle graduatorie di istituto di seconda e terza fascia ma hai poche possibilità di essere contattato nella tua provincia? Con l’invio della MAD, ovvero la candidatura spontanea e informale prevista dalla normativa scolastica italiana che può essere presentata presso tutte le scuole italiane, puoi mettere a disposizione la tua professionalità per quelle scuole che non riescono a reperire docenti. Molto spesso, soprattutto per alcune classi di concorso, può capitare che le graduatorie si esauriscano e dunque il Dirigente Scolastico può utilizzare le domande giunte con la messa a disposizione.”

La messa disposizione non preclude in nessun modo la propria posizione in graduatoria.

Anche chi ha una laurea triennale può inviare la MAD: gli incarichi assegnati tramite messa a disposizione non attribuiscono punteggio ai laureati triennali, ma forniscono ovviamente una retribuzione economica e contributiva, oltre a far acquisire esperienza nel mondo dell’insegnamento e aggiungere un contributo importante al proprio curriculum lavorativo per gli aspiranti docenti. Soprattutto nelle province del Nord, diversi docenti sono stati contattati tramite la messa a disposizione, avendo solo la laurea triennale e a volte anche per materie non prettamente attinenti al proprio titolo di studio.

Potrebbe interessarti:  Scuola, UDU: studenti in fuga dal Sud, no all'aumento delle disuguaglianze

Gli iscritti in graduatoria di seconda e terza fascia acquisiscono invece punteggio se vengono contattati tramite la messa a disposizione, così come i laureati magistrali non iscritti in vista di futuri aggiornamenti.

Cosa inserire nella MAD?

Nella domanda di messa a disposizione occorre indicare, oltre ai propri titoli di studio, anche la relativa classe di concorso o quella per cui si potrebbe concorrere in futuro in base alla propria laurea o quella più vicina al proprio settore di studi, in modo da agevolare le scuole in fase di selezione.

Molti utenti ci chiedono quante domande è possibile inviare. Se quindi esiste un limite o meno all’inoltro di domande nei vari istituti scolastici. E’ bene chiarire che non esistono limiti di invio delle domande MAD.

Il docente può inoltrare la domanda di messa a disposizione per tutto l’anno scolastico 2017/2018 verso anche tutte le scuole di tutte le province.

Per ulteriori informazioni e approfondimenti è possibile consultare il sito www.ascuola.info