Fate qualcosa per i nostri bambini: lettera

Bambini al primo giorno di scuola tra rifiuti e degrado. Nonostante le dichiarazioni di facciata la situazione in molte scuole presenta situazioni di estremo degrado. In redazione ci hanno scritto due genitori che, autorizzandoci a pubblicare i loro riferimenti, denunciano lo stato delle cose alla scuola dell’infanzia Acqua Rossa di Ostia (Roma).

La lettera

Buongiorno, PRIMO GIORNO DI SCUOLA: ho accompagnato mia figlia per il primo giorno di scuola presso la scuola dell’infanzia Acqua Rossa, 00121 Lido di Ostia RM dopo il trasferimento dall’asilo attiguo (comunale) e sono rimasto sconcertato da quello che ho trovato, ricordo che parliamo di materna quindi frequentato da bambini tra i 3 e i 5 anni. Tutto uno sfacelo: gradini rotti, mobili accatastati vicino ai giochi, recinzioni abbattute, erba incolta, topi (ratti) girare nel giardinetto, scaffalature vicino al passaggio dei bambini stracariche, prese di corrente, non protette, ad altezza ginocchio (più precisamente dietro a dove i bambini appendono i cappotti) uno stato di degrado sconcertante, sembrava Beirut durante la guerra; dopo aver chiamato la segreteria (della scuola Parini a cui fanno capo) oltre al rispondere che il dirigente scolastico era impegnato (il quale suggeriva le risposte alla segreteria, si sentiva benissimo) ci hanno risposto che il discorso sicurezza era tutto ok ……..non solo ci hanno comunicato che domenica 17/09/2017 i genitori si erano organizzati per pulire la scuola (tra l’altro ancora non abbiamo ricevuto alcuna informazione su questo presunto “retake”) e se volevo partecipare……ma siamo matti? Sinceramente non so se piangere o ridere, non è possibile che nel 2017 siamo ridotti in questo stato. Si polemizza per mesi sulla banale questione dei vaccini (che dovrebbero essere obbligatori e basta!) e poi si permettono queste cose ….ora ho realmente capito che l’antitetanica non è tanto obbligatoria quanto necessaria.
Disponibili a colloqui per andare a fondo in questa battaglia.
Di seguito alcune foto inoltrate dai lettori i quali sperano di essere contattati per trovare delle soluzioni, con l’indicazione dei loro riferimenti:
Daniela 349 6932830
Gianluca 329 5943525
Daniela.Martorelli@fao.org