Obbligo Vaccini: Corte Costituzionale accoglie e fissa Udienza Pubblica

Sull’obbligo dei vaccini per l’iscrizione alla scuola pubblica, gli ultimi aggiornamenti offerti dagli organi di stampa riferiscono della conferma da parte del Consiglio di Stato, che ha risposto ad un quesito del presidente della Regione Veneto Luca Zaia, emettendo un parere che ribadisce quanto già scritto nel decreto Lorenzin circa la necessità di presentare la documentazione comprovante l’avvenuta vaccinazione. L’obbligo in questione riguarda l’accesso ai servizi educativi per l’infanzia e alle scuole dell’infanzia e vale già da quest’anno.

Ricorso in Corte Costituzionale

In senso opposto la notizia per la quale la Corte Costituzionale ha accolto un ricorso presentato dall’Associazione dei malati da emotrasfusione e da vaccini (Amev). Con questa iniziativa l’associazione ha appoggiato e ad affiancarlo la Regione Veneto nel ricorso principale contro l’obbligo vaccinale. Come spiegato dall’avvocato Marcello Stanca di AMEV, all’interno del ricorso sono state prodotte sentenze confermate in Cassazione che accertano effetti collaterali e danni da vaccinazioni, anche con casi di autismo.

Le motivazioni del ricorso

Esiste una situazione di conflitto “tra numerose famiglie e istituzioni generate dall’introduzione dell’obbligo di vaccinazione ai fini della possibilità di ammissione e permanenza dei bambini nelle scuole dell’infanzia per la fascia di età 0-6 anni” e tenendo presente che “i genitori vedono emarginati i propri figli dopo anni di regolari ammissione e frequenza ai servizi educativi senza aver mai contratto o trasmesso malattie epidemiche, conseguentemente i genitori di bambini innocui hanno visto negare l’ingresso dei propri figli a scuola in dispregio dei principi costituzionali ed in assenza di pericoli attuali e imminenti”.

L’avviso di Udienza Pubblica

L’avviso di udienza pubblica e sul registro ricorsi n. 51/2017 della Corte Costituzionale; testuale:
‘Questione di legittimità costituzionale in via principale dell’intero decreto legge 7 giugno 2017, numero 73, recante: “Disposizioni urgenti in materia di prevenzione vaccinale”; degli artt. 1, c.1°, 2°, 3°, 4° e 5°, 3, 4, 5 e 7 del medesimo decreto. A norma dell’art. 8 ed ai fini dell’art 10. delle Norme integrative per i giudizi davanti alla Corte Costituzionale, comunico che il Sig. Presidente ha fissato la discussione del giudizio sopra indicato alla Udienza pubblica del 21 novembre 2017 alle ore 9.30.’

Potrebbe interessarti:  La salute diventa materia di insegnamento “trasversale” in tutte le scuole