Collaboratore scolastico nega assistenza a disabile

Un collaboratore scolastico dell’Istituto tecnico di una provincia toscana si è reso protagonista di un episodio particolarmente spiacevole in danno di uno studente disabile, con ciò contravvenendo alle attività finalizzate per l’area A per l’assolvimento dei compiti legati all’assistenza alla persona, all’assistenza agli alunni diversamente abili e al pronto soccorso. Il fatto che il collaboratore in questione fruisse della legge 104, in questa circostanza non può costituire nemmeno una attenuante rispetto alla mancanza da questi compiuta in danno del ragazzo. Chi ci ha segnalato il fatto ci ha pregato di non rivelare il nome della scuola perché della cosa interesserà il dirigente scolastico affinché adotti i giusti provvedimenti.

Il fatto

Lo studente diversamente abile protagonista diretto della condotta scorretta del collaboratore scolastico si trovava inizialmente nell’aula attrezzata per le attività di sostegno quando è suonata la campanella per l’uscita alle 12:30. La madre, a causa probabilmente del traffico, non era riuscita a presentarsi puntualmente per riprenderlo. E’ a questo punto che i fatti precipitano perché lo studente, in preda all’ansia e al panico, pregava l’insegnante di sostegno di poter far qualcosa. Così investito della questione, il docente di sostegno pregava il collaboratore scolastico di poter usare il telefono della scuola onde poter chiamare la madre del ragazzo e chiedere quanto le mancava per contribuire a tranquillizzarlo. A questa richiesta veniva posto un secco e netto rifiuto con la giustificazione che il telefono della scuola serviva per altri motivi.

Potrebbe interessarti:  Scuola, concorso docenti secondaria ultime notizie: bando entro il 2019, tempi strettissimi

Cosa dice la normativa

Il collaboratore scolastico esegue, nell’ambito di specifiche istruzioni e con responsabilità connessa alla corretta esecuzione del proprio lavoro, attività caratterizzata da procedure ben definite che richiedono preparazione non specialistica. È addetto ai servizi generali della scuola con compiti di accoglienza e di sorveglianza nei confronti degli alunni, nei periodi immediatamente antecedenti e successivi all’orario delle attività didattiche e durante la ricreazione, e del pubblico; di pulizia dei locali, degli spazi scolastici e degli arredi; di vigilanza sugli alunni, compresa l’ordinaria vigilanza e l’assistenza necessaria durante il pasto nelle mense scolastiche, di custodia e sorveglianza generica sui locali scolastici, di collaborazione con i docenti.