Disfunzionalità del SIDI: Sinopoli scrive alla ministra Fedeli

Il SIDI ha creato più danni della grandine. Quest’anno i ritardi e gli errori hanno sconvolto graduatorie e contratti di supplenza in tutta Italia. Alleghiamo la lettera che il segretario nazionale FLC CGIL Francesco Sinopoli, ha inviato alla ministra Fedeli in merito al malfunzionamento del sistema SIDI che caratterizza il lavoro del personale di segreteria, sempre più impegnato nell’inserimento di dati già arci-noti al sistema e che vede spesso vanificato il proprio lavoro a causa del mancato collegamento internet, magari a fine immissione dati!

Basta con le molestie burocratiche

Il Segretario generale della FLC CGIL, Francesco Sinopoli, segnala alla Ministra Fedeli la necessità di un investimento mirato a rendere funzionale il sistema informativo dell’istruzione (SIDI). Esso fa acqua da tutte le parti, mettendo le scuole in condizioni di fare i salti mortali per rispettare le innumerevoli scadenze che dipendono dalla funzionalità del sistema informativo del MIUR e costringendo i lavoratori delle segreterie a defatiganti inserimenti dati spesso vanificati da continue interruzioni, lentezze, richieste di duplicazioni informative già in possesso del sistema. Per non parlare del fatto che le istituzioni scolastiche spendono fior di quattrini dai loro bilanci per ricorrere a prestazioni di gestori privati che evidentemente mostrano che la funzionalità è a portata di mano. Poiché dagli incontri di tavoli tecnici è emerso con chiarezza che tutto ciò dipende dalla scarsità di risorse e da mancati aggiornamenti e investimenti sul sistema informativo, la FLC CGIL chiede alla Ministra di farsi carico del problema, affrontarlo e risolverlo. Sottolineando che anche una buona qualità dei servizi di segreteria è alla base di una buona qualità della didattica. Tale questione, accanto alle altre contenute negli impegni recentemente assunti dal Ministero sulle problematiche ATA in un’apposita intesa politica, costituisce una priorità ineludibile per l’efficacia e l’efficienza dei servizi scolastici come anche per la tutela dei diritti dei cittadini e dei lavoratori.

Potrebbe interessarti:  Scuola, concorsi precari e stipendi docenti ultime notizie: le parole del ministro Bussetti

Adeguamenti improcrastinabili

Come non unirsi a questa denuncia che trova nella realtà, purtroppo, piena rispondenza? Uno su tutti il caso delle graduatorie in Veneto revocate con conseguente calendario di nuove convocazioni da vecchie graduatorie e caos in tutte le scuole. Chi risarcirà dei danni arrecati dal SIDI ai precari che hanno dovuto lasciare le classi appena assegnate? Qui sotto la Lettera alla Fedeli