ATA, graduatorie 2017/20: guida alla compilazione del modello D2
ATA, graduatorie 2017/20: guida alla compilazione del modello D2

Modello D2: le graduatorie 2017/20 ATA sostituiscono integralmente quelle vigenti nel triennio precedente, per cui anche chi era iscritto dovrà aggiornare o confermare la sua posizione. Chi era già inserito nel 2014 se non presenta la nuova domanda non comparirà nelle nuove graduatorie. È a questo che serve il modello D2. Come promesso, la FLC CGIL ha pubblicato una guida in proposito. Avevamo già pubblicato la guida per il modello D1, illustrando chi e come deve presentarlo. Ma chi deve presentare il modello D2?

Modello D2 graduatorie 2017/20 ATA

Il modello D2 per le graduatorie 2017/20 ATA deve essere compilato:

  • da chi deve solo confermare l’iscrizione del 2014 senza aggiungere nessun nuovo titolo o servizio
  • da chi deve solo confermare l’iscrizione del 2014 e aggiungere nuovi titoli o servizi.

Chi invece era già inserito nel 2014, ma deve aggiungere nuovi profili o cambiare il titolo di accesso, deve presentare il modello D1 (dovrà dichiarare nuovamente tutti i titoli e servizi, anche per i profili di precedente inclusione).

Potrebbe interessarti:  Pensioni docenti e ATA, posti liberi per le immissioni in ruolo per provincia: in aggiornamento

A chi e come si presenta la domanda

telegram-scuolainforma-336x280

Per la domanda di conferma/aggiornamento si utilizza il modello D2, allegato al Decreto ministeriale 640/17. Le domande possono essere spedite per raccomandata A/R, per posta elettronica certificata oppure consegnate a mano alla scuola indicata nella domanda, entro il 30 ottobre 2017. Il punteggio assegnato dalla scuola “capofila” sarà automaticamente utilizzato per la compilazione delle graduatorie anche delle altre scuole indicate. Chi conferma/aggiorna può comunque inviare la domanda ad una scuola o in una provincia diversa da quella del 2014.

 La guida FLC CGIL al modello D2

 Potrebbe interessarti: