MAD: Perché è utile inviare la richiesta di Messa a Disposizione
MAD: Perché è utile inviare la richiesta di Messa a Disposizione

L’utilità della MAD – Sebbene fare l’insegnante al Sud Italia rischi di diventare quasi un’utopia, è chiaro che al Nord non è così perché ci sono più alunni, più istituti, più attività e quindi più richiesta. E’ chiaro dunque che chi vuole insegnare deve fare i conti con il fatto che dovrà spostarsi.

Il comunicato stampa di ascuola

È un dato di fatto: da anni, al nord mancano gli insegnanti e si fa fatica a nominare i supplenti. In alcune regioni subito dopo l’inzio delle lezioni le graduatorie di seconda e terza fascia risultano già vuote, tanto che spesso i dirigenti sono costretti a chiamare insegnanti al di fuori delle stesse.

Nel nostro Paese risultano scoperte ad oggi, migliaia di cattedre che verranno assegnate ai supplenti, soprattutto per le classi di concorso più gettonate. Anche gli abilitati scarseggiano ma mancano soprattutto i docenti di matematica e in generale di scienze, soprattutto alle medie.

Per non parlare dei docenti di sostegno: i pochi specializzati stanno tutti già insegnando. Infatti la nomina degli insegnanti di sostegno deve avere come obiettivo prioritario quello di assegnare all’alunno un docente specializzato. Per questo motivo, dopo aver esaurito le graduatorie di istituto della scuola di riferimento, si compie una ricerca presso le scuole del territorio provinciale secondo il criterio di viciniorietà. Ma tale ricerca la maggior parte delle volte risulta vana, dato l’esiguo numero di personale su tale classe di concorso.

Perché conviene inviare la MAD?

Pertanto le scuole, dopo aver cercato invano, si vedranno costrette a dover procedere con le domande di messa a disposizione da parte del personale specializzato (che non troveranno perchè tutti coloro che hanno una specializzazione stanno già lavorando!)

Sarà necessario quindi conferire la supplenza a personale docente non specializzato, prima procedendo all’incrocio delle graduatorie di istituto e poi, qualora anche questa possibilità dovesse andare a vuoto, si potrà procedere alle domande di messa a disposizione di docenti non specializzati.

In un Paese come il nostro, dove la mancanza di docenti è causata dall’insuccesso del concorso a cattedra e delle procedure amministrative del Ministero, da errori nei trasferimenti a cui si aggiungono le numerose richieste di congedo parentale, malattie e di aspettativa presentate dai docenti, la messa a disposizione risulta la scelta giusta per chi vuole prendere servizio in questo periodo.

Approfitta subito dell’offerta, vai su www.ascuola.info e invia la MAD a tutte le scuole che vuoi! Il servizio è semplice, intuitivo e soprattutto economico!