Legge elettorale: controffensiva per bloccarla in Senato

Sulla nuova legge elettorale denominata Rosatellum il prossimo martedì si vota in Senato. Non si sa se verrà posta la fiducia, dati i 181 emendamenti già presentati. Alla Camera si erano manifestate accuse di libertà compresse, democrazia negata, bavaglio al Parlamento. Ma intanto, la controffensiva di chi vuole far abortire sul nascere la legge elettorale è già partita. Il Fatto Quotidiano riferisce dell’incontro col Presidente Grasso per la consegna delle 160.000 firme raccolte tramite una petizione.

La consegna delle firme

La consegna delle 160 mila firme, raccolte grazie ad una petizione lanciata su Change Org., è stata fatta dal giornalista de Il Fatto Quotidiano Marco Travaglio e dal Presidente del Coordinamento per la Democrazia costituzionale Alfiero Grandi. Il noto giurista si era già speso positivamente in occasione del referendum costituzionale dello scorso 4 dicembre. La piattaforma Change.org era rappresentata al Senato da Luca Francescangeli. Grasso ha voluto ricevere la delegazione di giuristi il prima possibile per rilanciare il messaggio delle 160mila firme.

Stop alla fiducia sul voto

La questione di fiducia sul voto aveva già suscitato aspri dibattiti e polemiche al veleno alla Camera dei Deputati. Questo è stato il primo argomento affrontato dal Presidente del Senato. Alla delegazione presente ha comunque promesso il suo impegno affinché non venga posta. Non ha mancato però di chiarire che, nel caso in cui il governo la chiedesse, lui non si potrà opporre.

Manifestazione davanti Palazzo Madama

Il Coordinamento per la Democrazia costituzionale ha indetto una manifestazione che si terrà di fronte al Senato. Contro il rischio che il Governo ponga nuovamente la questione di fiducia sulla riforma elettorale, Alfiero Grandi ne spiega le ragioni. Serve per “manifestare la più ferma opposizione a questa legge che toglie ai cittadini il diritto di scegliere i loro parlamentari e contraddice il principio costituzionale del voto libero ed uguale, compiendo per di più un’inaccettabile imposizione contro l’articolo 72 della Costituzione. La manifestazione è aperta a tutti i raggruppamenti politici e alle associazioni contrari a questa legge”.

Rimani sempre aggiornato con le nostre notizie andando su questa pagina https://www.facebook.com/scuolainforma/ oppure seguici anche su Telegram semplicemente collegandoti al seguente link https://t.me/scuolainforma