Miur, pronti i decreti attuativi della legge 107: comunicato
Miur, pronti i decreti attuativi della legge 107: comunicato

Il Miur ha convocato i sindacati per l’informativa in merito ai decreti attuativi della legge 107. La FLC CGIL ha emesso un comunicato in cui fa sapere come si è svolto l’incontro di ieri pomeriggio, 23 ottobre 2017.

Decreti attuativi legge 107: l’informativa del Miur

“Nel pomeriggio del 23 ottobre 2017 si è svolto un incontro di informativa sindacale sui decreti applicati che il Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca intende emanare in attuazione delle deleghe attuative della legge 107/15. Tale incontro si è svolto su richiesta avanzata dalla FLC CGIL insieme alle altre organizzazioni sindacali nello scorso mese di settembre. Il Vice Capo di Gabinetto del MIUR, dott. Rocco Pinneri, ha elencato i primi provvedimenti che sono stati predisposti dagli uffici competenti sui quali i sindacati scuola potranno formulare le proprie osservazioni entro mercoledì 25 ottobre.
Essi sono:

  1. Piano di azione nazionale per la promozione del sistema integrato 0-6
  2. Istituzione del fondo nazionale per il sistema integrato 0-6
  3. Sistema di valutazione delle scuole italiane all’estero
  4. Criteri di verifica percorso Formazione Iniziale e Tirocinio (Fit)
  5. Istituzione dell’osservatorio permanente per l’inclusione degli alunni con disabilità
  6. Composizione osservatorio permanente per l’inclusione degli alunni con disabilità
  7. Concorso riservato al personale abilitato/specializzato della scuola secondaria di primo e secondo grado.

Gli altri decreti su cultura umanistica, istruzione professionale, reclutamento e continuità didattica sul sostegno sono tuttora in lavorazione. Pertanto saranno oggetto di un successivo incontro sindacati/MIUR.

La nostra posizione

Abbiamo fatto presente che la convocazione di oggi giunge tardiva e solo dopo le numerose sollecitazioni del sindacato. Nelle precedenti occasioni il Gabinetto del MIUR si era impegnato, in fase di decretazione, a avviare un confronto serrato con il sindacato al fine di porre rimedio alle diverse criticità e errori contenuti nei testi delle deleghe, ma a oggi non è stato cosi. Ci siamo impegnati e presentare le nostre osservazioni sulle bozze dei testi che ci sono stati consegnati. Con l’occasione abbiamo ribadito il nostro giudizio politico sulla legge 107/15, una legge che ha fatto arretrare i diritti, che ha messo in forte tensione tutto il mondo della scuola con le sue tesi funzionaliste orientate a sancire la supremazia delle esigenze del mercato del lavoro sui processi educativi.”
Potrebbe interessarti: