Carta del docente, ultime notizie: somme ri-accreditate a fine ottobre
Carta del docente, ultime notizie: somme ri-accreditate a fine ottobre

Ultime notizie al 26/10 Carta del docente – Molti docenti sono già da tempo in trepidante attesa di ricevere gli accrediti delle somme non spese, durante il precedente anno scolastico. Le notizie diffuse precedentemente dai sindacati e dalle stesse Amministrazioni scolastiche facevano presupporre un ri-accreditamento sul proprio portfolio già a partire dalla metà del mese di ottobre. Dopo quella data (14 ottobre 2017) forti perplessità stanno attanagliato i tanti insegnanti che hanno messo in discussione la decisione ministeriale del ri-accreditamento.

Carta del docente, gli insegnanti: “vorremmo sapere una data certa del riaccredito delle somme non utilizzate l’anno scorso”

Da questo punto di vista, purtroppo ancora tutto tace. Ad oggi sulla piattaforma cartadeldocente.istruzione.it di quelle somme precedenti non ve ne è alcuna traccia. Tuttavia, nonostante le rassicurazioni del Miur, molti insegnanti vorrebbero sapere con certezza il giorno preciso in cui troveranno, oltre ai 500 euro di quest’anno, anche le somme non spese l’anno scolastico precedente. Le congetture e le lamentele circa questo strano metodo intrapreso oramai da tempo dal Ministero stanno aumentando a dismisura, lasciando tutti perplessi oltre che dubbiosi.
Chi scrive è certamente fiducioso del fatto che prima o poi l’ammontare del residuo delle somme verranno accreditate in piattaforma così da poterle spendere insieme a quelle già presenti (già accreditati a partire dallo scorso 14 settembre) per l’acquisto più cospicuo di beni e servizi.

Potrebbe interessarti:  Organici scuola personale ATA 2019/2020: informativa MIUR

Il silenzio dei sindacati lascia tutti perplessi

Da sottolineare anche l’assoluto silenzio su questo argomento da parte dei sindacati che non fa altro che alimentare le preoccupazioni di tanti lavoratori della scuola. Questi ultimi sono sempre più preoccupati e perplessi circa la veridicità delle promesse fatte dal ministero e le modalità di comunicazione adoperate dallo stesso nei loro confronti.
Quello che possiamo augurarci è la conclusione positiva di questa strana ed anomala situazione. Ricordiamo, peraltro, che molti insegnanti non hanno speso i 500 euro dell’anno scorso in previsione di poterli sommare alla cifra di quest’anno.

Carta del docente: “somme ri-accreditate entro la fine di Ottobre”

telegram-scuolainforma-336x280

L’unico spiraglio positivo che più di tutti tenta di tranquillizzare i docenti, rimane senza dubbio la precisazione presente sulla home page della piattaforma dedicata alla carta del docente, in cui è presente un messaggio che indica il periodo approssimativo per l’accreditamento delle somme di cui in oggetto: “…entro la fine di ottobre nell’area personale del docente sarà possibile visualizzare ed utilizzare anche le somme non spese (o i bonus non validati) precedentemente”.
Link al sito della Carta del Docente