Atti di bullismo: Tribunale di Torino condanna due ragazzi a 8 anni e mezzo di galera

Sul bullismo a scuola giro di vite da parte della giustizia. Da ora in avanti non si scherza più e chi si renderà protagonista di atti di sopraffazione nei confronti di compagni di scuola andrà in galera. Le task forces di insegnanti sono già in stato di allerta massima per prevenire il bullismo in classe. La notizia che arriva dal Tribunale di Torino è battuta da Rainews che riferisce di una condanna a 8 anni e mezzo di reclusione a due ragazzi.

La sentenza

Il Tribunale di Torino ha condannato a otto anni e sei mesi di reclusione due ragazzi che, dal febbraio 2013 al settembre 2014, hanno violentato e perseguitato un sedicenne, compagno di classe di uno degli aguzzini. Nel dettaglio dell’articolo la descrizione dei fatti che sono costati la condanna pesante ai due bulli. Il ragazzo era stato costretto a subire dai due giovani ogni tipo di violenza, come ingoiare escrementi di cani, bere litri di vino e consumare un rapporto sessuale con una prostituta sotto i loro occhi. Ma non è finita qui perché ai due ragazzi colpevoli degli atti di bullismo che sono costati la condanna alla reclusione sono state combinate una serie di pene accessorie.

Condannati anche al risarcimento

La spavalderia con la quale i due hanno preso di mira lo studente malcapitato, tale per la quale il tribunale di Torino li ha riconosciuti rei di stalking, lesioni e violenza sessuale aggravata, ha fatto si che agli stessi venisse stabilita l’interdizione perpetua dai pubblici uffici e il divieto di esercitare qualsiasi attività pubblica all’interno delle scuole. Colpito anche il portafoglio dei due condannati con una ammenda di 10mila euro a titolo di risarcimento provvisorio a favore della vittima.

FONTE RAINEWS