Concorso per abilitati: 20 punti al dottorato, anzi no, 15

Il concorso per abilitati è stato oggetto di un annuncio da parte del Ministro Fedeli durante la conferenza programmatica del Partito Democratico. Lo scrive il Corriere della Sera in un articolo in cui vengono fornite ulteriori anticipazioni circa l’adozione della tabella di valutazione dei titoli del prossimo concorso per abilitati. A leggere sempre di più le anticipazioni della stampa nazionale appare il caso di dire:“chi offre di più?”

Giallo sul punteggio del Dottorato

Si infittisce il giallo intorno al valore del punteggio attribuito al dottorato. Secondo quanto scritto dal Fatto Quotidiano, che dichiara di essere in possesso della bozza della tabella di valutazione dei titoli del prossimo concorso per abilitati, il possesso del titolo in questione sarà pari a 20 punti. Anche il portale Orizzonte Scuola, in un altro articolo in cui attribuiva erroneamente ad un gruppo di precari l’origine della bozza della tabella, confermava la circostanza sopra descritta. Le reazioni a caldo dei precari alla lettura di queste anticipazioni erano state tutte di segno negativo. Eccessivo attribuire 20 punti al dottorato.

Nessun accenno al punteggio per anno di servizio

Su un articolo pubblicato dal Corriere della Sera del 29 ottobre emergono altre cifre in relazione alla tabella di valutazione dei titoli. Apprendiamo così che il dottorato in questo caso vale 15 punti (5 in meno rispetto a quanto scritto dal Fatto). Nulla viene detto relativamente al punteggio per il servizio (2 punti ai primi due anni e 5 punti a partire dal terzo anno) che è stato oggetto di feroci critiche da parte dei docenti precari, in special modo di quelli abilitati con il TFA. In compenso fa la sua new entry l’idoneità a precedenti concorsi che, sempre stando a quanto scrive il Corriere, varrà ben 10 punti.

Cifre in libertà

Nessun quotidiano o portale scolastico fa menzione del valore attribuito alla prova preselettiva del TFA. In qualche gruppo Facebook era circolata la notizia che sarebbero stati attribuiti ben 15 punti a tale prova. Fino adesso, dal Miur e dalle organizzazioni sindacali bocche assolutamente cucite sui punteggi che verranno adottati in ordine alla tabella di valutazione dei titoli. L’unico dato certo è la richiesta che alcuni gruppi Facebook hanno presentato nelle mani del Sottosegretario De Filippo per l’adozione di una tabella di valutazione dei titoli equa e non discriminatoria. In questa richiesta il punteggio attribuito al dottorato è di 5 punti, l’idoneità ai precedenti concorsi 4 punti e il valore della prova selettiva 3 punti. Il punteggio assegnato per ogni anno di servizio prestato resta costante a tre punti. Ne parlavamo in questo nostro altro articolo.

Se vuoi tenerti informato su altre tematiche inerenti la Scuola e la Pubblica Amministrazione segui le nostre pagine tematiche:

Concorso, FIT e Scuola