Abilitazione in Spagna va riconosciuta: il CDS bacchetta il Miur

L’abilitazione all’insegnamento conseguita in Spagna era stata oggetto di una nota del Miur del 17 marzo 2017 che fu contestata aspramente da un gruppo di docenti della terza fascia delle graduatorie di istituto. Gli interessati avevano contestato l’interpretazione surrettizia effettuata dal Ministero alla risposta fornita dall’analogo dicastero spagnolo circa la necessità di superare anche un concorso per ritenersi effettivamente abilitati. In realtà questi occorre solo nel caso in cui si voglia insegnare in Spagna. L’abilitazione conseguita tramite il Master en Profesorado è da considerarsi a tutti gli effetti equipollente al TFA italiano. E’ questo il teorema sviluppato nel ricorso proposto dall’avvocato Naso che ha rappresentato le doglianze dei docenti interessati presso il Consiglio di Stato.

L’impugnazione della nota

L’azione del Miur, messa in pratica tramite l’emissione di quella nota del 17 marzo, tendeva ad effettuare un giro di vite sulle cosiddette abilitazioni facili conseguite all’estero che sono state oggetto di pesanti attacchi da parte di diversi docenti abilitati che si consideravano lesi nei propri diritti. La logica conseguenza fu il blocco delle domande di riconoscimento di abilitazione conseguita in Spagna con la con la creazione di un pregiudizio al diritto all’inserimento nella seconda fascia. Tutto questo ha indotto gli abilitandi a decidere di impugnare la nota per palese illegittimità.

Accoglimento della domanda cautelare

Il Consiglio di Stato, con l’Ordinanza n. 4709 pubblicata il 30.10.2017, ha accolto il reclamo cautelare proposto dallo Studio Legale Naso & Partners avverso la nota ministeriale n. 2179 del 17.03.2017. I giudici di Palazzo Spada accogliendo integralmente le argomentazioni proposte dallo Studio legale Naso, ha così ingiunto al MIUR di “utilizzare le modalità di riconoscimento delle quali ha fatto applicazione fino alla predetta nota del 20-03-2017”.

Resta aggiornato con le nostre notizie sulle pagine facebook tematiche:

ScuolaInforma

Concorso, FIT e Scuola

oppure seguici anche su Telegram semplicemente collegandoti al seguente link

https://t.me/scuolainforma