Milano
Milano

Milano
 
RESTA INFORMATO GRATUITAMENTE SUL MONDO DELLA SCUOLA, ISCRIVITI AL GRUPPO FACEBOOK, CLICCANDO qui O CLICCA “MI PIACE” SULLA PAGINA FACEBOOK
 
Presso la casella email dell’Unicobas Milano è pervenuta in data odierna la seguente email:
Buongiorno sono il sig. …………………. Alessandro papà di un ragazzo diversamente abile, vorrei sottoporre a voi questa situazione e sapere se si può fare qualcosa.
Mio figlio, un ragazzo diversamente abile in sedia a rotelle, ha iniziato la prima liceo quest’anno esattamente il 09/09/17 e ha bisogno, come tutti gli anni del pulmino per il trasporto casa scuola e viceversa.
La regione Lombardia, che è ha la competenza, ha rilasciato delle linee guida il 30/06/17 anche per il trasporto disabili dicendo che se ne deve occupare il comune di residenza del ragazzo disabile, in questo caso Milano.
Mi sono attivato subito per richiedere il pulmino mandando mail agli indirizzi del comune di Milano preposti per il trasporto scolastico ma senza avere risposta, dopo circa 2 mesi mi rispondono dicendo che loro fanno il trasporto solo nel comune di Milano.
Noi siamo residenti a Milano ma la scuola è a circa 3/4 km da casa nostra ma in un piccolo comune chiamato Corsico.
Queste linee guida non parlano che bisogna stare nel proprio comune, mi sono informato anche in regione, dicono che il comune di residenza deve provvedere per il trasporto, allora dopo altre mail al comune di Milano mi dicono di fare domanda tramite la scuola.
Facciamo anche questa domanda , ma mi rispondono ancora che loro fanno il trasporto solo nel comune di Milano e di fare richiesta di contributo alla regione Lombardia.
Io non ho la possibilità di anticipare i soldi per il pulmino per poi riprenderli dopo qualche mese! Lavoro da solo!
Mio figlio rischia di non andare a scuola per questo motivo. Il diritto allo studio è per tutti!
Senza pulmino siamo in difficoltà!
Bisogna dire che ho dovuto fare tutto io da solo invece doveva provvedere la scuola di mio figlio.
Io non so più cosa fare, sono disperato, mi sono informato anche con l’assistente sociale e non solo, mi dicono tutti di parlare con un avvocato.
Io non ho tante possibilità ma sono un combattivo e chiedo a voi cosa si può fare?
AIUTATEMI!
Cordiali saluti
………………………Alessandro
 
RESTA INFORMATO GRATUITAMENTE SUL MONDO DELLA SCUOLA, ISCRIVITI AL GRUPPO FACEBOOK, CLICCANDO qui O CLICCA “MI PIACE” SULLA PAGINA FACEBOOK
 
A tal proposito l’Unicobas Milano di concerto con l’associazione “Sostegno attivo” hanno provveduto a protocollare tramite PEC una missiva alla Regione Lombardia, al comune di Milano e al comune di Corsico, che si riporta di seguito:
Oggetto: richiesta immediata di intervento per l’alunno DVA …………….………………….
Con la presente si richiede un intervento URGENTE ai fini di garantire all’alunno ……………………….. di poter esercitare il proprio DIRITTO allo studio. Da tempo l’alunno non si può recare a scuola per il continuo scarico di responsabilità tra i comparti regionali e comunali.
L’alunno ha deciso di intraprendere il liceo sito in Corsico. Per stare con gli altri, per essere come gli altri.
Non è ammissibile in considerazione che l’istituto si trovi sul comune di Corsico che il servizio di trasporto per alunni DVA, messo a disposizione fino al completamento della scuola secondaria di primo grado, venga per banalissimi motivi burocratici a cessare.
Sarebbe come dire che il DIRITTO allo studio dell’alunno non possa esercitarsi oltre il confine milanese.
Il tutto a causa di una becera burocrazia. E’ vergognoso lo scarico di responsabilità a cui si assiste tra il comune di Milano , quello di Corsico e la Regione Lombardia.
Così come è inaccettabile che la Regione Lombardia chieda alla famiglia (monoreddito 1400,00 euro al mese) composta da 4 persone di anticipare i soldi e che successivamente saranno rimborsati.
Pertanto si richiede un intervento urgente da parte della Regione Lombardia, del Comune di Milano e del Comune di Corsico, affinché questa situazione lesiva del DIRITTO allo studio dell’alunno in questione venga a cessare.
Nell’attesa di una risposta e di una soluzione veloce si porgono cordiali saluti
UNICOBAS CIB SCUOLA & UNIVERSITA Milano
Il Segretario Provinciale
Dott. Marco Monzù Rossello 

 
Qualora la situazione non dovesse mutare in favore dell’alunno , l’Unicobas di concerto con l’associazione “Sostegno attivo” sono pronti a portare nelle apposite sedi questa “vergogna” a marchio Lombardia.
 
RESTA INFORMATO GRATUITAMENTE SUL MONDO DELLA SCUOLA, ISCRIVITI AL GRUPPO FACEBOOK, CLICCANDO qui O CLICCA “MI PIACE” SULLA PAGINA FACEBOOK