Il diploma Itp e la questione dell'abilitazione
Il diploma Itp e la questione dell'abilitazione

Nuova sentenza del Tribunale Amministrativo del Lazio in merito ai docenti ITP. Nella giornata di venerdì, 24 novembre 2017, è stata pubblicata una nuova sentenza positiva.

Sentenza accolta per i diplomati ITP

Il Tar Lazio, sul ricorso 8003/2017, proposto dall’associazione sindacale Anief, ha espresso parere favorevole in merito all’inserimento in II fascia delle graduatoria d’istituto dei ricorrenti con diploma ITP. Si tratta dell’ennesimo provvedimento favorevole (11655/2017) che permette ai ricorrenti che lo hanno proposto di essere inseriti nella seconda fascia delle graduatorie d’istituto valide per il triennio 2017/2020.
Il ricorso discusso alla Camera di Consiglio del 21 novembre 2017 richiedeva l’annullamento del Decreto Ministeriale 374/2017. Esso, infatti, per l’aggiornamento 2017/2020 “consente l’inserimento nelle graduatorie di circolo e di istituto di II fascia solo dei soggetti in possesso di abilitazione o di idoneità all’insegnamento conseguita a seguito di concorsi per titoli e/o per esami anche ai soli fini abilitanti (con esclusione dei concorsi banditi con D.D.G. n. 82/2012, D.D.G. n. 105/2016, D.D.G. n.106/2016 e D.D.G. n.107/2016) ovvero in possesso di uno degli specifici titoli di abilitazione indicati”. Questa disposizione “preclude l’ inserimento dei ricorrenti ITP nella 2 fascia delle graduatorie di istituto”.
Rifacendosi ai provvedimenti dei mesi scorsi, il giudice del Tar Lazio ha accolto la richiesta dei ricorrenti ITP. Infatti, il DM 374/17 va annullato nella parte in cui, all’articolo 2, non permette ai docenti ITP di inserirsi nella II fascia delle graduatorie d’istituto.

Ennesimo precedente favorevole

In conclusione, il giudice del Tar si è basato sui provvedimenti già emessi dallo stesso organo. Ricordiamo, infatti, l’accoglimento di altri ricorsi sull’inserimento in II fascia d’istituto. Per non dimenticare il provvedimento cautelare del ricorso 6443/17. Il suddetto provvedimento, infatti, ha permesso ad alcuni ricorrenti ITP l’inserimento con riserva nella III fascia Gae. (Leggi l’articolo).
Questa sentenza, quindi, è l’ennesimo provvedimento in favore dei docenti ITP. Adesso toccherà alle amministrazioni ottemperare la sentenza. I ricorrenti, infatti, adesso verranno inseriti nella seconda fascia d’istituto e, nel caso dovessero trovarsi in posizione utile, potranno ricevere la convocazione per una eventuale supplenza breve oppure a tempo determinato.