Contratto scuola 2018 ultime notizie: permessi personale scolastico in bilico? Ecco perché

Permessi in bilico con il rinnovo del contratto della scuola. A darne notizia è il quotidiano economico ‘Italia Oggi’, nell’edizione di martedì 28 novembre, dove si fa riferimento all’avvio della trattativa. L’input inviato dal Governo all’Aran va verso l’armonizzazione della disciplina dei permessi tra i vari comparti della Pubblica Amministrazione.

Rinnovo contratto scuola: permessi personale scolastico a rischio?

I permessi per motivi personali, nel comparto scuola, sono stati, spesso, oggetto di diatribe: non a caso, negli anni passati, diversi docenti e non docenti hanno dovuto ricorrere alla magistratura del lavoro anche perché sanzionati dai dirigenti scolastici.
Il decreto Madia, infatti, ha stabilito quanto segue al comma 2 dell’articolo 2: ‘Eventuali disposizioni di legge, regolamento o statuto che introducano o che abbiano introdotto discipline dei rapporti di lavoro la cui applicabilità sia limitata ai dipendenti delle amministrazioni pubbliche, o a categorie di essi, possono essere derogate (nelle materie affidate alla contrattazione collettiva ai sensi dell’articolo 40, comma 1, e nel rispetto dei principi stabiliti dal presente decreto da successivi contratti o accordi collettivi nazionali e, per la parte derogata, non sono ulteriormente applicabili’.

Permessi personale scolastico: il decreto Madia non ne garantisce la sopravvivenza?

Nel successivo comma 3 si legge, però, che se le norme contenute nel contratto violano norme imperative di legge o i limiti imposti alla contrattazione tali norme sono nulle. Il Governo e i sindacati, dunque, dovranno affrontare un problema, quello della verifica di norme imperative in contrasto con le clausole che si intendono approvare e, in ogni caso, anche la compatibilità con i limiti imposti dal decreto.
Bisognerà vedere quale sarà la proposta del governo che, per ora, ha semplicemente inviato all’Aran l’atto di indirizzo ovvero un provvedimento di natura generale ed astratta. Sarà la contrattazione vera e propria a determinare il risultato concreto in merito al riconoscimento dei permessi per il personale scolastico.