Mobilità e trasparenza: CNT, CoNaVinCoS e Coordinamento GaE chiedono di incontrare i sindacati

La mobilità dei docenti per il prossimo anno vedrà ancora una volta riunite le parti il prossimo 15 dicembre. Da un lato ci sono le istanze dei docenti immobilizzati da tanti anni che nella limitazione della percentuale a loro riservata vedono un pregiudizio per tornare nei luoghi d’origine. Dall’altro lato ci sono quelle dei vincitori di concorso e dei precari che con il prossimo transitorio entreranno nelle graduatorie di merito regionali per accedere al ruolo. La mediazione del Miur non si preannuncia facile. Sull’accordo per la mobilità Conavincos, CNT e Coordinamento Gae hanno diramato un comunicato stampa che pubblichiamo di seguito.

COMUNICATO CONGIUNTO CNT-CONAVINCOS-DOCENTI GAE

Continua il bombardamento di messaggi Twitter ed email di spam fino al prossimo 15 dicembre. In questi giorni abbiamo sfiorato il picco dei 3000 Tweet nella giornata del 6 dicembre, mantenendo una media di 2000 tweet al giorno.

Negli ultimi messaggi stiamo chiedendo pubblicamente di incontrare i sindacati, in modo da mostrare trasparenza già da parte nostra e chiedere chiarimenti riguardo la loro posizione. Le percentuali del 100% e del 40% concesse il 2016 e 2017 in deroga sono troppo alte per essere ancora concesse senza un vincolo triennale sulla mobilità.

Potrebbe interessarti:  Scuola, precariato docenti ultime notizie: una cattedra per 55mila supplenti
telegram-scuolainforma-336x280

I motti (hashtag) dei messaggi sono sempre gli stessi, dal 24 novembre: #NoMobilitàStraordinaria e #NoSvincoloTriennale (insieme ad altri come #StopAlleDeroghe, #GMinRuolo e #GaEinRuolo), indirizzati al @MiurSocial, alla Ministra @valeriafedeli e alle cinque sigle sindacali più attive per la scuola, cioè @FLCCGIL, @cislscuola, @UILofficial, @GildaInsegnanti e @Snalsnet.

Nei messaggi vanno mantenuti sempre i riferimenti delle tre associazioni: @CoNaVinCoS, @docentigae e @CoordNazTFA. Nel frattempo invogliamo TUTTI i docenti in GM e in GaE ancora senza cattedra di unirsi a noi e di continuare il bombardamento di messaggi in corso, per non rimanere nell’ombra. Bisogna farsi sentire se non vogliamo restare, ancora e per il terzo anno, fuori dal ruolo!

Congiuntamente CNT, CoNaVinCoS, Docenti GaE.