San Giorgio Canavese: intossicati a scuola, cosa è successo?
San Giorgio Canavese: intossicati a scuola, cosa è successo?

Ha dell’incredibile quello che è accaduto all’interno di una scuola primaria a San Giorgio Canavese. Il giorno 11 Dicembre 2017, i bambini hanno accusato degli strani malori di cui ancora non si è ben compresa la causa. Al momento solo ipotesi, ma le indagini faranno opportuna chiarezza sul fatto. I disturbi fisici si erano già palesati nei giorni precedenti. Tuttavia, la situazione è andata peggiorando nel pomeriggio di lunedì.

San Giorgio Canavese, malori a scuola: la conferenza stampa

Ieri, martedì 12 Dicembre, si è svolta a San Giorgio Canavese una conferenza stampa che ha fatto chiarezza su quanto avvenuto presso la scuola elementare dove i bambini hanno manifestato disturbi fisici, segnali evidenti di un’intossicazione. In tutto, 30 alunni, sei insegnanti e due operatori hanno accusato malori acuti, tanto da dover essere trasportati in vari nosocomi del territorio. I soggetti in questione sono stati posti ad opportuno trattamento all’interno di camere iperbariche presso gli ospedali Rivoli e Regina Margherita. In seguito sono stati riportati presso gli ospedali in cui erano stati ricoverati in un primo momento. Gli altri bambini, per questioni di sicurezza, sono stati chiamati a sottoporsi ad alcuni controlli, tramite una terapia con l’ossigeno. Secondo quanto reso noto durante la conferenza stampa, 28 non erano stati ancora rintracciati.

San Giorgio Canavese: la precedente fuga di gas

Lunedì 11 Dicembre, ci sono stati momenti di panico per la salute dei bambini (e non solo) presso l’istituto primario a San Giorgio, sito a vicolo Bianchetti, a poca distanza dalla direzione didattica. Stiamo parlando dell’istituto Carlo Ignazio Giulio. Una scuola che in passato aveva già vissuto altri problemi balzati agli onori della cronaca locale. Qui nel 2015 si era verificata, infatti una fuga di gas, con conseguente evacuazione.

San Giorgio Canavese: la possibile spiegazione al malore dei bambini

telegram-scuolainforma-336x280

Secondo quanto emerso recentemente, il malore dei bambini e del personale didattico-operativo troverebbe una spiegazione nell’esalazione da parte dei soggetti di monossido di carbonio proveniente dall’impianto di riscaldamento. La procura della repubblica sta svolgendo le opportune indagini per accertare cosa sia accaduto di preciso all’interno dell’istituto. La scuola risulta essere chiusa al momento.
Fonte:
Lasentinella.gelocal.it