Diplomati
Diplomati

Vincitori
 
RESTA INFORMATO GRATUITAMENTE SUL MONDO DELLA SCUOLA, ISCRIVITI AL GRUPPO FACEBOOK, CLICCANDO qui O CLICCA “MI PIACE” SULLA PAGINA FACEBOOK
 
Uno dei punti cardine della legge 107 riguardava il concorso 2016, rivolto ai docenti abilitati, che doveva garantire l’assunzione dei vincitori entro tre anni dalla pubblicazione delle graduatorie di merito. Il bando del concorso prevedeva 63.712 posti, ma il numero dei vincitori è stato molto più basso. Si credeva, pertanto, che i vincitori, sarebbero stati assunti senza alcun problema nel corso del triennio. Purtroppo, non è stato così, poiché molti dei suddetti posti (che dovevano essere riservati alle Gm e alle Gae) sono stati occupati dalla mobilità straordinaria del 2016. Nel 2017 la ripartizione dei posti rimanenti è stata la seguente: il 40% alla mobilità e il 60% alle Gm e alle Gae. Il risultato è stato che al Nord i vincitori di concorso sono stati regolarmente immessi in ruolo, mentre al Sud, cioè la zona interessata dalla mobilità a causa degli errori dell’algoritmo del piano straordinario di assunzioni del 2016 (un altro intervento discutibile del Governo Renzi), le Gm e le Gae sono ancora piene.
Il tutto a causa del “cattivo lavoro” messo in atto dai sindacati PRONTA-FIRMA che hanno accettato nel silenzio più assordante un algoritmo penoso.
Ai docenti precari delle Gae, ai vincitori del concorso 2016 (che lo stesso Governo ha obbligato a sostenere) e agli abilitati (che sono già stati selezionati e hanno affrontato un percorso lungo e costoso) chi ci pensa?
L’Unicobas riconosce la necessità di far rientrare nelle proprie regioni di appartenenza i “deportati” che si trovano a dover lavorare fuori sede.
Contemporaneamente si fa portavoce delle problematiche di tutti i precari, riconoscendo un trattamento impari da parte del Miur che potrebbe fare inceppare un meccanismo che si è rivelato difettoso già dal piano straordinario di assunzioni del 2016.
 
L’Unicobas chiede:

  1. che, a partire dal prossimo anno scolastico 2018/2019, non siano più ammesse deroghe al vincolo triennale della mobilità relativamente i trasferimenti. Così facendo si potrà cominciare a svuotare le Gm e le Gae;
  2. che per l’anno 2017/2018 sia riservata una percentuale idonea alle Gm e alle Gae;
  3. l’estinzione delle Gm entro e non oltre il triennio previsto dal bando, e dunque l’assunzione di tutti i vincitori del concorso scuola 2016;
  4. di non prorogare per i prossimi anni scolastici il decreto MIUR 07.09.2016, prot. n. 669 con cui   si sono voluti compensare, e quindi annullare, i posti accantonati per il ruolo, per gli esuberi, nella stessa classe di concorso, di altre province (Si veda l’art.1/2:

Nelle regioni nelle quali per l’a.s. 2016/2017 si verificano posizioni di esubero del personale docente, l’Ufficio Scolastico Regionale provvederà a rideterminare la disponibilità regionale effettiva al netto dell’esubero ed a ripartire il contingente di nomina in maniera proporzionale tra le province);
 

  1. un canale di reclutamento per il PRECARIATO dove, onde evitare la lotta tra poveri e le discriminazioni, gli anni di servizio e le abilitazioni valgano 12 punti e si venga assunti sulla base dei punti acquisiti senza alcuna necessità, PER CHI È GIÀ ABILITATO O IDONEO, DI RIFARE CONCORSI.

 
Unicobas CIB Scuola & Università Sicilia
Il segretario Regionale
Dott. Marco Monzù Rossello
 
Unicobas CIB Scuola & Università Catania
La segretaria Provinciale
Prof.ssa. Gabriella Sirni
 
RESTA INFORMATO GRATUITAMENTE SUL MONDO DELLA SCUOLA, ISCRIVITI AL GRUPPO FACEBOOK, CLICCANDO qui O CLICCA “MI PIACE” SULLA PAGINA FACEBOOK