Scuola, abilitazione insegnamento in Romania: il Consiglio di Stato cambia le carte in tavola al Miur

Attraverso un comunicato, le associazioni MIDA Precari e ADIDA hanno reso nota l’intenzione di aderire allo sciopero del SAESE indetto l’8 gennaio 2018.
In una nota pubblicata viene precisato che ‘Il suddetto sindacato ha proclamato lo sciopero tempo addietro e per motivi, per quanto riguardanti il mondo scolastico, non riconducibili alla sentenza del Consiglio di Stato espressa qualche giorno fa.

Sentenza Plenaria su diplomati magistrali: Mida Precari e ADIDA, sciopero l’8 gennaio 2018

Ciò renderà tuttavia possibile la partecipazione di tutti i colleghi al sit-in che MIDA e ADIDA avevano organizzato il giorno stesso della sentenza negativa della Plenaria, alle ore 13 davanti al MIUR. Le due associazioni hanno già provveduto a prendere i permessi in Questura.
Si ricorda che molti precari, insieme alla condizione stessa del precariato, non vanno in vacanza.
Le colleghe maestre Diplomate Magistrali, al termine di quest’anno scolastico, torneranno nel limbo delle graduatorie d’istituto senza alcuna certezza del proprio futuro professionale.

Diplomati magistrali: ‘Si prospetta il più grande licenziamento di massa di tutti i tempi’

Si prospetta il più grande licenziamento di massa di tutti i tempi: 30.000 maestre in ruolo licenziate, in parte anche per responsabilità politica.
Scioperare e manifestare non sono mai decisioni facili, ce ne rendiamo conto. Scioperare costa. Costa riflessioni, soldi, tempo sottratto agli studenti. Invitiamo tuttavia gli insegnanti di ogni ordine e grado, precari e di ruolo, a non lasciare sole le maestre nella loro battaglia. Questo continuo attacco alla classe docente è perpetrato proprio perché siamo divisi, l’un contro l’altro armati.
Unità dev’essere la parola d’ordine e non solo in questa circostanza. MIDA e ADIDA augurano a tutti i colleghi, come ogni anno, che sia l’ultimo Natale precario.’