Personale ATA: supplenze brevi dal 1 Gennaio, ecco perché
Personale ATA: supplenze brevi dal 1 Gennaio, ecco perché

La finanziaria 2018 ha portato importanti novità riguardo le supplenze per il personale ATA. Come leggiamo da Orizzonte Scuola, l’articolo 1, comma 602, prevede la possibilità di nomina di supplenti (per un breve periodo di tempo) nei ruoli di assistenti tecnici ed amministrativi all’interno degli istituti scolastici di tutta Italia. Questo sarà possibile solo al decorrere dal 30esimo giorno di assenza, in deroga all’articolo 1, comma 332, della legge 190/2014 (legge stabilità 2015). Dunque, ricapitolando: a partire dal 1 Gennaio 2018 sono possibili le supplenze brevi e saltuarie nel sostituire gli assistenti tecnici e amministrativi, invece di assegnare il surplus di ore ai colleghi in servizio, come era previsto secondo la finanziaria del 2015.

Personale ATA: ecco cosa prevede la finanziaria 2018

Secondo l’articolo 1, comma 602 della legge finanziaria 2018, è possibile la nomina di supplenti brevi ed in maniera saltuaria, a decorrere del 30esimo giorno di assenza da parte del responsabile di ruolo. Grazie a questa novità, gli istituti scolastici avranno di nuovo la possibilità di favorire brevi supplenze, sostituendo gli assistenti amministrativi e i tecnici assenti.

Personale ATA: le supplenze brevi sono un importante risultato

Come ricorda Agenparl.com, questo è un risultato molto importante, poiché in un primo momento tale eventualità sembrava essere ‘un totem intoccabile‘. Era stata infatti presentata una proposta di correzione, in modo da togliere completamente il divieto per le supplenze in questione. Il personale ATA, al pari di quello docente, è del resto una realtà fondamentale all’interno del sistema scolastico. Proprio per questo, i rappresentanti di tale categoria hanno diritto al poter lavorare liberamente senza ostacoli di alcun tipo.

Potrebbe interessarti:  Come avverranno le immissioni in ruolo a seguito di concorso ordinario e straordinario

Personale ATA: lo sciopero dell’8 Gennaio

Non solo docenti: sembra che anche numerosi tecnici scolastici ed assistenti amministrativi (della scuola dell’infanzia e primaria) parteciperanno allo sciopero previsto il prossimo 8 Gennaio. Come leggiamo da Scuola Zoo, lo ‘stop didattico’ è stato confermato anche dal Ministero dell’istruzione, che sul sito ufficiale ha pubblicato una nota inerente all’evento e di come, anche in questa occasione, sia necessario il rispetto delle normative legate agli scioperi. Motivo della manifestazione è una sentenza del Consiglio di Stato, che vuole il diploma magistrale non abilitante.
Fonte: Orizzontescuola.it, Agenparl.com, Scuolazoo.com