Coding: le migliori app gratis e a pagamento per imparare a programmare
Coding: le migliori app gratis e a pagamento per imparare a programmare

In un precedente articolo abbiamo visto cos’è il Coding, qual è il suo legame con il pensiero computazionale e che può essere un ottimo strumento di apprendimento se ben utilizzato.
Abbiamo parlato anche di code.org, la piattaforma gratuita di Coding rivolta a studenti e insegnanti. La piattaforma, strutturata per livelli di difficoltà e di facile utilizzo, è legata al progetto Programma il futuro. Tale progetto è sostenuto dal Miur per la diffusione del coding nelle scuole italiane.
Adesso vediamo insieme quali applicazioni usare per mettersi in gioco con il Coding!

App per Coding gratuite

Scratch. Ideata come ambiente di programmazione visuale, è concepita per i ragazzi dagli 8 ai 16 anni. È possibile accedere dal web e usufruire di contenuti guida, dell’aiuto da parte di altri utenti e di esempi pratici di utilizzo. Basta registrarsi su scratch.mit.edu.
Scratch Junior. È appositamente studiata per i bambini dai 5 ai 7 anni e permette attraverso giochi e altre attività di sviluppare creatività e logica.
TYNKER. App progettata per insegnare la programmazione. È fornita di lezioni per l’apprendimento dei metodi e molti programmi per gli studenti.
Daisy the Dinosaur. App per iPad basata come Scratch Junior su un ambiente di programmazione a blocchi. I mattoncini corrispondono a comandi per far camminare, ballare e saltare il dinosauro Daisy.
Blockly. È un editor web creato da Google basato anch’esso sulla programmazione a blocchi.
Toontastic 3D. Un’app davvero originale per bambini dai 6 agli 8 anni che permette di creare un libro, una ricerca scolastica oppure un cartone animato. Disponibile sia per iOs che per Android.
Cargo-Bot. Ideata per bambini e ragazzi dai 5 ai 12 anni. È un’app che insegna a programmare giocando a muovere e riposizionare casse colorate. Disponibile solo per iPad. Prevede diversi livelli di difficoltà e quindi si dimostra adatta sia per studenti della scuola primaria che secondaria.
Hopscotch. Anch’essa disponibile solo per iPad. Permette di creare giochi, disegni tridimensionali e mini siti web, imparando così i principi base del coding.
Pocket Code. Ideato per ragazzi dagli 11 ai 18 anni, è un programma che permette di creare giochi, storie interattive e video musicali. Disponibile per Android.

App per Coding a pagamento

GameStar Mechanic. Per bambini e ragazzi dai 7 ai 14 anni. Permette di progettare videogiochi e costruire anche i livelli di difficoltà. Utile come attività di Problem solving.
Cato’s Hike. Progettata per iPhone e iPad, racconta la storia di un bambino finito in un mondo parallelo di cui ignora le regole. Per guidarlo in questa realtà occorrerà dargli i giusti comandi.
Move the Turtle. Progettata per iOs. Attraverso comandi e vari livelli di difficoltà la tartaruga può raggiungere mete e obiettivi.
Kodable. Disponibile per iPad e Android, è progettata per i bambini della scuola primaria. Attraverso dei labirinti i personaggi vengono guidati alla conquista di monete.
Lightbot Jr. Per bambini dai 4 agli 8 anni. È simile a Kodable. Disponibile per iOs e Android. È incentrato su un robot che attraverso i comandi potrà illuminare le caselle di una scacchiera.
Non resta che augurare buon coding a tutti!
Potrebbe interessarti:
Flipped classroom: istruzioni per l’uso, come innovare la didattica