la Costituzione arriva tra i banchi di scuola

La Costituzione della Repubblica Italiana è arrivata al suo settantesimo anno d’etá. È stata infatti promulgata il 27 dicembre 1947 dall’allora Capo provvisorio dello Stato Enrico De Nicola, ed è entrata in vigore il primo gennaio 1948. L’attuale Presidenza del Consiglio ha voluto celebrare il suo compleanno attraverso un tour in giro per l’Italia, un “viaggio della Costituzione”. Questo viaggio prevede 12 tappe in 12 diverse città d’Italia, la prima delle quali è stata Milano l’11 settembre scorso. Perché proprio 12? Perché ogni città è “testimonial” di uno dei 12 principi fondamentali della Costituzione stessa. L’obiettivo è quello di far riscoprire a tutti gli italiani il contenuto della Costituzione, per tenerne viva la memoria ed esaltarne l’identità e il valore.
Una ricorrenza così importante non poteva che essere celebrata anche dal mondo dell’istruzione.

La Costituzione Italiana entra in classe

Anche il Ministero della Ricerca e dell’Istruzione ha voluto dedicare alcuni eventi in onore del compleanno della Costituzione Italiana. Tra questi è prevista, proprio a partire da oggi 8 gennaio, la distribuzione fino a fine mese della Costituzione in tutte le scuole italiane di ogni ordine e grado, in modo che tutti gli studenti ne abbiano una copia. “Invieremo la Costituzione nelle scuole non solo affinché sia riletta, ma per fare in modo che diventi parte di un percorso di studio e confronto che consenta alle nostre giovani e ai nostri giovani di capire come è nata, attraverso quale dibattito”. Queste le parole della Ministra Valeria Fedeli, che ha anche aggiunto : ” Un messaggio per dire non solo di leggere gli articoli, ma anche di far rivivere il dibattito delle madri e padri costituenti (…)”.
Questa ricorrenza potrebbe tra l’altro anche essere oggetto della maturità 2018, in cui con ogni probabilità comparirà tra le prove scritte o orali.

Incontro tra studenti e giudici della Corte Costituzionale

Il Miur ha previsto anche un’altra interessante iniziativa. A partire sempre da oggi 8 gennaio, sono previsti una serie di incontri tra studenti e giudici della Corte Costituzionale. Il progetto s’intitola “Viaggio in Italia. La Corte Costituzionale nelle scuole” e durerà cinque mesi. Il primo incontro si è svolto stamattina presso l’Istituto Tecnico Agrario Statale “Emilio Sereni” di Roma, con la lezione tenuta dal Presidente della Corte Costituzionale Paolo Grossi. Attraverso questo “tour” si vuole portare a conoscenza degli studenti la storia della Corte Costituzionale, la sua nascita , il suo funzionamento e la sua composizione, ripercorrendo anche le sentenze più incisive di questi anni.
Vogliamo – ha affermato la ministra Fedeli alla lezione inaugurale – che le nuove generazioni incontrino nel loro percorso formativo quanto prima la nostra Costituzione, che la avvertano come “familiare”, che ne riconoscano il valore di strumento di coesione sociale, di guida per una cittadinanza attiva e responsabile”. Ha anche aggiunto come la nostra Costituzione rappresenti “il cemento della nostra comunità”.
E l’auspicio è che la Costituzione venga anche applicata da chi già dovrebbe conoscerla.

Potrebbe interessarti:  Scuola, Di Maio agli studenti: 'Incontriamoci' ma la risposta è chiara