Reinserimento
Reinserimento

Reinserimento
Ricorso su tutto il territorio nazionale.
RESTA INFORMATO GRATUITAMENTE SUL MONDO DELLA SCUOLA, ISCRIVITI AL GRUPPO FACEBOOK, CLICCANDO qui O CLICCA “MI PIACE” SULLA PAGINA FACEBOOK
Si comunica che la Suprema Corte di Cassazione, Sezione lavoro, mediante propria sentenza n. 28250 depositata in data 27.11.2017 ha, oramai confermato il diritto al reinserimento nelle GAE del docente che, precedentemente inserito, era risultato “definitivamente” depennato per non aver presentato, nei termini, domanda di aggiornamento.
La importante pronunciamento dei Giudici della legittimità muovono dalla sentenza della Corte di Appello dell’Aquila, la quale aveva respinto l’appello proposto dal MIUR avverso la sentenza del Tribunale di Pescara che aveva accertato il diritto della docente ad essere reinserita nella graduatoria ad esaurimento con il punteggio posseduto al momento della cancellazione; infatti, il Ministero della Pubblica Istruzione aveva impugnato la sentenza in sede di appello, continuando a sostenere la erronea tesi in base alla quale le graduatorie “ad esaurimento” non potevano essere equiparate a quelle permanenti, visto che il legislatore stesso avrebbe fatto salvi solo gli inserimenti delle categorie espressamente previste dalla L. n. 296/2006 cioè i “nuovi” inserimenti rendendo in tal modo inapplicabile alle operazioni degli aggiornamenti delle graduatorie la disposizione del d.l. n. 97/2004.
Con la sentenza n. 28250 del 27.11.2017  i Giudici di Palazzo Spada hanno rigettato il ricorso presentato dal MIUR così sconfessando l’interpretazione sinora fornita dallo stesso che aveva trovato conferma, anche, da parte di una certa giurisprudenza minoritaria.
Sulla base di questo importante pronunciamento della Giurisprudenza di Legittimità, l’UNICOBAS CIB SCUOLA & UNIVERSITA’ Milano, Sicilia, Puglia propone azione giudiziaria su tutto il territorio nazionale al fine di poter ottenere il diritto al proprio reinserimento nelle GAE di tutti quei docenti che sono risultati definitivamente depennati, pur avendo presentato la domanda nei termini così come previsti dal D.M. 235/2014.
Requisito fondamentale per poter beneficiare di tale diritto è di aver presentato la propria domanda di aggiornamento e/o reinserimento nelle GAE nel termine ultimo, così prorogato, dal D.M. 235/2014 e cioè entro e non oltre il giorno 17/5/2014.
 
Per informazioni e adesioni scrivere a unicobasbt@libero.it
 
UNICOBAS CIB SCUOLA E UNIVERSITA’ SICILIA
Il segretario regionale
Dott.Marco Monzù Rossello
 
RESTA INFORMATO GRATUITAMENTE SUL MONDO DELLA SCUOLA, ISCRIVITI AL GRUPPO FACEBOOK, CLICCANDO qui O CLICCA “MI PIACE” SULLA PAGINA FACEBOOK

Potrebbe interessarti:  Concorso DS 2011, Confintesa si appella al Presidente della Repubblica chiedendo un intervento d’urgenza
Articolo precedenteComparto AFAM: nuovo accoglimento innanzi al collegio giudicante
Articolo successivoAnche le Regioni al fianco dei diplomati magistrali
Marco Monzù Rossello nasce a Nicosia. Dopo la maturità classica si trasferisce prima a Catania e poi a Palermo dove consegue il diploma di laurea ISEF. Poco dopo, presso l’Università cattolica” Sacro Cuore” di Milano, consegue l’abilitazione all'insegnamento (SISS) nelle classi di concorso A029/A030. Successivamente, presso l’università degli studi di Roma “Tor Vergata”, ha conseguito la laurea magistrale. Presso l’università “Ca Foscari di Venezia ha acquisito la specializzazione per l’insegnamento del sostegno (SISS/SOS) classe di concorso AD00. Appassionato sin da subito al mondo della disabilità, tutt’oggi lavora in questo settore. Ex giocatore di pallavolo professionista, ha militato per 10 anni nella categoria serie B. Numerosi i corsi di formazione a cui ha partecipato, come pure i brevetti e gli attestati conseguiti. Attualmente svolge oltre alla professione di docente, anche quello di Segretario Regionale e Membro Nazionale del sindacato UNICOBAS SCUOLA E UNIVERSITA'.