Scuola, come diventare insegnanti dal 2018: dal concorso alla fase transitoria, chi partecipa
Scuola, come diventare insegnanti dal 2018: dal concorso alla fase transitoria, chi partecipa

Il bando sulla nuova procedura concorsuale per i docenti è stato ufficializzato nella giornata di venerdì, 16 febbraio 2018. Dopo mesi di attesa, finalmente, i requisiti e le modalità di partecipazione alla Fase Transitoria per abilitati sono stati pubblicati in Gazzetta Ufficiale.

Confermata la procedura presente nel Decreto 995/17

Il bando, pubblicato in Gazzetta Ufficiale nei giorni scorsi, riprende il Decreto 995/2017, riguardo requisiti e modalità di partecipazione. Sono confermati i requisiti e le modalità di partecipazione già descritti nel suddetto decreto. Confermate anche le categorie escluse dal bando di concorso. L’esclusione di essi porterà, naturalmente, all’attivazione di vari contenziosi. Come già per il concorso docenti del 2016, l’associazione sindacale Anief avvierà diversi ricorsi. Essi rivendicheranno il diritto di partecipazione alla nuova procedura concorsuale. (Vai alla pagina ufficiale Anief).

I ricorsi proposti da Anief per la Fase Transitoria

Innanzitutto sarà proposto un contenzioso per gli abilitati che hanno conseguito il suddetto titolo dopo il 31 maggio 2017. Tutto ciò perché il bando stabilisce che i requisiti di accesso devono essere conseguiti prima di quella data. (Art. 3 comma 1). Contenzioso sarà avviato anche per gli specializzandi sul sostegno che conseguiranno la specializzazione dopo il 30 giugno 2018. Il bando prevede, infatti, la partecipazione con riserva dei candidati che conseguiranno la specializzazione sul sostegno entro il 30 giugno 2018. Di contro, verranno esclusi i docenti che, per scelte non proprie, si ritroveranno a svolgere gli esami finali del corso di specializzazione oltre i termini previsti, precludendo loro la possibilità di partecipare alla Fase Transitoria su posto di sostegno. Contestualmente al ricorso, Anief predisporrà una diffida per chiedere la conclusione del corso di specializzazione entro il termine del 30 giugno 2018.

telegram-scuolainforma-336x280

Sulla scia dei contenziosi vinti durante il concorso 2016, l’Anief proporrà anche i ricorsi per la richiesta di partecipazione alla Fase Transitoria per abilitati dei docenti con diploma ISEF, diploma ITP e diploma Accademico di Conservatorio o Belle Arti.

Infine, verranno avviati ricorsi che impugneranno la tabella di valutazione dei titoli e servizi. I contenziosi proposti contesteranno:

  • La mancata valutazione del servizio a tempo indeterminato svolto in scuola paritaria.
  • La mancata valutazione su posto comune del servizio svolto su posto di sostegno.