Personale ATA, richiesta da parte della Uil: potenziamento organico
Personale ATA, richiesta da parte della Uil: potenziamento organico

In questo articolo vi parleremo di un recente comunicato Uil con argomento principale il Personale ATA. Secondo il sindacato servirebbe un potenziamento nei confronti dell’organico, a dichiararlo è il segretario generale della Uil Scuola Puglia, Giovanni Verga. Quest’ultimo lamenta inoltre un grave fenomeno presente nella regione: un alto grado di dispersione scolastica. In verità sono numerosi i punti (fondamentali) toccati da Verga nel suo comunicato. Andiamo ad estrapolarli qui di seguito.

Personale ATA: tutela ai lavoratori della scuola

Giovanni Verga ha fatto notare come i lavoratori della scuola non siano affatto dei ‘superuomini’ e non si può fare continuamente affidamento su di loro riguardo la copertura delle ‘carenze organizzative, di organico e strutturali, di un sistema come quello scolastico’. Una realtà che, fa notare Verga, è stato penalizzata negli ultimi anni da pesanti tagli ‘indiscriminati e verticali’. Il segretario Uil Puglia lamenta inoltre come i dipendenti ATA, fondamentali per la realtà scuola (soprattutto in un così alto periodo di dispersione scolastica nella regione) siano abbandonati al loro destino, senza alcun tipo di tutela ed assicurazioni sul lavoro.

Potrebbe interessarti:  Ricorso Personale ATA passato dagli enti locali alle dipendenze Miur: emolumenti economici e anzianità

Personale ATA: troppi spazi da vigilare ed episodi di violenza

Verga ha continuato: ‘Continuano a piovere adempimenti relativi decentramento amministrativo sulle segreterie scolastiche, aumentano gli spazi da vigilare per i collaboratori scolastici e non mancano episodi di violenza, ultimo in ordine di tempo quello verificatosi a Foggia‘. Come il Governo ha pensato a rafforzare l’organico nelle scuole dell’infanzia, spiega il segretario Uil, bisognerebbe ora prendere in considerazione anche la triste situazione del personale ATA. Sono molte le occasioni progettuali perse dalle scuole pugliesi a causa della carenza di forze che possano risultare utili a fronteggiare la gestione amministrativa. Un eventuale organico potenziato garantirebbe numerosi benefici quali reti di scuole per fronteggiare le pratiche di pensioni, ricostruzioni di carriera ed ulteriori progetti.
Fonte: Orizzonte Scuola