Concorso abilitati: uscite le prime FAQ sul sito del Miur

Le prime 19 FAQ del Miur sono state pubblicate dal ministero. I primi a dare la notizia sono i responsabili del sindacato FLCCGIL. Come si sa sono molto attese Perché i nodi da sciogliere sono ancora diversi. Prima di renderle disponibili sul proprio portale la FLCCGIL avverte che non ci sono risposte circa la possibilità di inserire il servizio svolto sul sostegno ancorché su posto comune. Sì attendono chiarimenti su questo punto così come su quello della valutazione del servizio a tempo indeterminato svolto a qualsiasi titolo: IEFP – Paritarie – di ruolo. Le FAQ in questione sono disponibili cliccando qui oppure andando sul sito della FLCCGIL.

I due nodi principali

In questa sede aggiorniamo brevemente a due delle questioni maggiormente dibattute tra gli interessati: il pagamento dei Diritti di segreteria e il servizio di 180 giorni. Per tutte le altre questioni riguardanti il punteggio valido anche per il servizio svolto sulla scuola primaria, le certificazioni linguistiche, la specializzazione in Italiano L2, le che danno diritto al bonus di 19 punti e altro rimandiamo alla consultazione delle FAQ.

Diritti di segreteria

Nella sostanza viene riconfermato quanto già scritto sul bando di concorso. Bisogna pagare €5,00 per ogni cdc per la quale si concorre. Questo vale anche nel caso in cui ricadano in un ambito verticale. Se ci si presenta perciò (ad esempio) per la A012 e la A022 , bisogna pagare per entrambe. A dire il vero nulla appare circa il fatto di aver pagato con un unico bonifico di €10,00 se ci si trova in questa situazione.

Potrebbe interessarti:  Maturità 2019: la prova orale

180 giorni

Dall’esposizione della risposta fornita dal Miur si evince che il servizio non può subire interruzioni. Le uniche ammissibili sono quelle derivanti dai congedo per maternità o parentale e dai periodi di malattia. Testuale:è necessario un unico contratto o proroga del medesimo contratto, che comprenda un periodo di servizio continuativo non inferiore a 180 giorni per ciascun anno scolastico, oppure che il servizio sia stato prestato con contratto sino all’avente diritto e trasformato in altro contratto fino al raggiungimento dei 180 gg, oppure che il servizio sia stato prestato ininterrottamente dal 1° febbraio fino al termine delle operazioni di scrutinio.

Eventuale inserimento di titoli non valutabili

Prima di andare a consultare le risposte dell’amministrazione ai primi dubbi, appare opportuno riportare un’importantissima precisazione che è contenuta nella faq numero 19. Non rappresenta falsa dichiarazione dichiarare titoli effettivamente posseduti che si rivelino a giudizio delle Commissioni non valutabili. L’unica conseguenza è che ciò non produrrà punteggio utile per la graduatoria regionale.