Scuola, docenti aggrediti: ecco perché bisogna 'mandare anche i genitori a scuola'

I recenti episodi avvenuti in diverse scuole d’Italia ci portano a riflettere sulla gravità della situazione che la scuola sta vivendo. Un articolo pubblicato da Panorama parla di necessità di mandare a scuola anche i genitori.

Bullismo, mandiamo i genitori a scuola 

‘Innanzitutto il genitore deve riflettere sul proprio stile educativo: è finita l’epoca del padre-padrone, ora siamo entrati in un’era in cui ai figli è concesso tutto, mentre la psicologia mostra come, dando stimoli ma anche regole, si aiutano i giovani a crescere più agguerriti. I genitori devono capire che è molto importante lavorare sullo sviluppo della personalità dei ragazzi per farli diventare grintosi, laboriosi e capaci di affrontare difficoltà e delusioni. Accontentandone ogni desiderio, come spesso capita di questi tempi, in realtà li rendono più fragili.’
Le considerazioni che riguardano l’educazione impartita dai genitori ai figli si allargano poi all’ambiente scolastico, sottolineando il fatto che i genitori debbano imparare ad ascoltare i messaggi che ricevono dal mondo della scuola. E’ necessario che i genitori capiscano che gli insegnanti debbano essere messi nelle condizioni di lavorare e soprattutto devono trovare un appoggio, non un nemico come troppo spesso sta accadendo.

Bulli non si nasce, si diventa, se la famiglia non aiuta a crescere

‘Bulli non si nasce, si diventa, se la famiglia non aiuta a crescere’ scrive Panorama. Ecco perché i genitori dovrebbero ‘tornare a scuola’ per insegnare ai propri figli, sin da piccoli, ‘a sviluppare l’empatia, la capacità di mettersi nei panni degli altri, la gentilezza, la generosità, il piacere di dare gioia agli altri e di non pensare solo a se stessi.’
Perché non possiamo più assistere a vicende vergognose come quelle accadute a Velletri, dove uno studente ha minacciato la professoressa di “scioglierla in mezzo all’acido e mandarla in ospedale”.

O come quella accaduta a Foggia all’uscita della scuola, dove un genitore ha aggredito un docente colpevole di aver sgridato il figlio.

Padri, madri, cercate di imparare o reimparare il vostro mestiere: non vi farebbe male tornare a scuola.
Potrebbe interessarti:  Scuola, concorso ordinario ultime notizie: docenti con 36 mesi di servizio, serve decreto ad hoc