Scuola, importanti modifiche sul calendario in Sicilia
Scuola, importanti modifiche sul calendario in Sicilia

Importanti novità legate alla scuola giungono dalla Regione Sicilia. Sono state attuate rilevanti modifiche all’interno del calendario per l’anno scolastico 2018/2019. Sicuramente, una delle più salienti è l’esclusione da parte dell’assessorato dalla soglia dei 200 giorni di lezione pause e gite varie, a cui, come leggiamo da Orizzontescuola.it ‘sono riservati 11 giorni’. La decisione è stata criticata dal deputato di #CentoPassi Claudio Fava, il quale ha voluto sottolineare l’importanza di simili progetti per i ragazzi fuori dalle aule scolastiche.

Scuola, esclusione di gite e non solo: Parla Claudio Fava

Dopo tale decisione da parte della Regione, il deputato Claudio Fava ha voluto dire la sua: ‘Eliminare, di fatto, le attività extra aula significa ridurre l’istruzione a mero atto trasmissivo e burocratico. Esattamente il contrario di quando servirebbe in una regione che accumula record negativi nel settore della scuola e dell’istruzione’. Fava ha proseguito, affermando che tali modifiche finiranno per colpire maggiormente gli studenti più disagiati dal punto di vista sociale ed economico, in quanto sarà tolta a questi qualsiasi possibilità di arricchire il loro bagaglio culturale al di fuori dell’edificio scolastico. Fava non riesce inoltre a comprendere la totale ‘mancanza di dialogo tra assessorato e operatori scolastici’. Secondo il pensiero del deputato, risulterebbe ‘preoccupante’ questa visione della scuola e degli insegnanti, concepiti non come professionisti meritevoli di riconoscimento sociale ed istituzionale, bensì come ‘privilegiati a cui togliere vacanze’.

Potrebbe interessarti:  La Senatrice Malpezzi e la revisione del reclutamento docenti secondo il nuovo esecutivo

Il decreto firmato da La Galla

Il decreto firmato dall’assessore La Galla, contiene ulteriori novità riguardanti il nuovo calendario scolastico in Sicilia, che elenchiamo qui di seguito:

  • Abolizione vacanza del 15 Maggio;
  • Tetto minimo di 200 giorni di lezione, da raggiungere escludendo attività fuori dall’aula come gite scolastiche;
  • Dopo le consuete festività natalizie, si tornerà a scuola il 7 Gennaio, non più l’8.

Sicilia: sarà eliminata la festa dell’Autonomia

La festa dell’Autonomia in Sicilia potrebbe fare posto ad un progetto scolastico riguardante specifici momenti di approfondimento riguardante lo Statuto della regione autonoma. Questo progetto andrà dunque a sostituire la ‘vacanza’ che cade, come da tradizione, ogni 15 Maggio. Saranno inoltre proposti approfondimenti legati alla storia, alla cultura ed all’identità dell’isola.
Fonti:
Orizzontescuola.it
Ilgazzettinodisicilia.it