Utilizzazioni e Assegnazioni Provvisorie: Uil Scuola, ultime news 23/5
Utilizzazioni e Assegnazioni Provvisorie: Uil Scuola, ultime news 23/5

Pubblichiamo in questo articolo un comunicato stampa della Uil Scuola riguardante il confronto attualmente in corso per la definizione del prossimo CCNI per le utilizzazioni e le assegnazioni provvisorie relativamente all’a.s. 2018/19.

UTILIZZAZIONI E ASSEGNAZIONI PROVVISORIE: PROSEGUE IL CONFRONTO

E’ proseguito il confronto tra i sindacati firmatari del contratto nazionale e i rappresentanti del Miur per la definizione del contratto integrativo sugli utilizzi e assegnazioni provvisorie, anno scolastico 2018/19. All’incontro hanno partecipato Pasquale Proietti e Paolo Pizzo.
In apertura l’amministrazione ha comunicato l’indisponibilità ad aperture rispetto alle proposte di modifica presentate dai sindacati. In particolare sul requisito della convivenza col genitore ai fini di poter richiedere l’assegnazione provvisoria e l’utilizzo sui posti di sostegno dei docenti di ruolo senza titolo di specializzazione.
La Uil Scuola ha ribadito che per la stipula del contratto è necessario condividere l’obiettivo, di ampliare la possibilità di chiedere ed ottenere i movimenti di mobilità annuale, sia pure salvaguardando continuità didattica ed aspettative di tutto il personale di ruolo e precario.
Per raggiungere tale obiettivo è necessario eliminare gli ostacoli ostativi, con le seguenti due modifiche rispetto all’articolato precedente:

  1. eliminazione dell’obbligo della convivenza ( così come è previsto per i trasferimenti) col genitore come condizione per la presentazione delle domande di assegnazione provvisoria, al fine di favorire al massimo la mobilità.
  2. demandare alla contrattazione regionale la possibilità di richiedere nuove forme di utilizzazioni, anche interprovinciali, da parte dei docenti titolari su posto comune o classe di concorso senza il possesso del titolo di specializzazione,sempre dopo aver accantonato i posti per i docenti precari in possesso del titolo di specializzazione.
Potrebbe interessarti:  Comitato idonei infanzia, primaria e secondaria concorso 2016: "Ruolo per gli idonei"

La Uil Scuola ritiene che al fine di tutelare anche il personale docente precario e garantire la continuità didattica, la contrattazione regionale dovrà stabilire un accantonamento dei posti complessivamente disponibili, sulla base delle esigenze e sulle risorse del singolo territorio.
Su questi punti l’amministrazione, dopo un’ampia discussione, si è riservata ulteriori approfondimenti.

Licei musicali

Nel corso dell’incontro sono stati affrontati alcuni aspetti relativi alle utilizzazioni nei licei musicali. In particolare si è discusso sulla possibilità di dare l’opportunità anche ai docenti di ruolo, in possesso del titolo specifico ma che non hanno servizio nei licei musicali, di richiedere l’utilizzazione in subordine ai docenti inseriti in seconda fascia d’istituto in possesso del titolo.