Il convegno di Milano dello studio legale Santonicola

Si è svolto il convegno milanese dello studio legale Santonicola per i nuovi ricorsi per l’inserimento in seconda fascia delle Graduatorie di Istituto. Il dibattito è stato incentrato sullo stato del contenzioso e la soluzione giudiziaria a tutela del precariato. In particolare è stato illustrato il modus operandi per ottenere l’inserimento in corrispondenza dell’apertura delle finestre semestrali delle graduatorie di istituto. Inoltre, sempre all’interno del convegno meneghino, è stata resa nota la nuova iniziativa giudiziaria, in sede europea a tutela dei docenti con servizio 180 x 3 di prossimo avvio.
In data 21 Maggio 2018, presso i locali dell’Istituto Comprensivo milanese Sant’Ambrogio, lo studio legale Santonicola & Partners ha comunicato ai numerosi presenti, docenti precari di ogni ordine e grado, l’anteprima del Ricorso Europeo a tutela degli insegnanti di terza fascia G.I., fulcro del sistema scolastico, formati sul campo a seguito della stipula di reiterati contratti a termine, anche su posti vacanti e disponibili.
L’interessante dibattito, incentrato sulla “soluzione giudiziaria al problema del precariato”, ha visto come protagonisti i legali Aldo Esposito, Ciro Santonicola ed Antonio Salerno che, dopo aver tracciato un esaustivo quadro sullo stato del contenzioso scuola, a seguito dei mandati conferiti da migliaia di docenti (a tempo determinato e di ruolo), hanno potuto correlare le azioni processuali, avviate per la risoluzione del precariato, alle proposte politiche avanzate dagli onorevoli Pittoni ed Azzolina, protagonisti del nascituro governo.
Dal convegno è emerso, quale corollario indefettibile, come la soluzione giudiziaria possa fungere da volano per quella politica.
Ampio spazio è stato dedicato al pubblico, soprattutto in merito alle domande su possibili azioni giudiziarie da intraprendere in via individuale.
In riferimento ai nuovi ed innovativi ricorsi dello studio legale, è emerso come gli stessi puntino al riconoscimento di un’abilitazione già validata dalla sottoscrizione di plurimi contratti annuali, stipulati da professionisti della didattica, privati della possibilità di accedere ad un piano straordinario di stabilizzazione (a differenza dei colleghi in precedenza inseriti nelle graduatorie ad esaurimento).
Si è parlato, infine, dei ricorsi, ancora attivi, che mirano all’”inserimento nella seconda fascia delle graduatorie d’istituto” in occasione dell’apertura di finestre semestrali. Per ulteriori info, sul punto, si può consultare il seguente link

Potrebbe interessarti:  Siblings, 'Attraverso Te': un docu-film FIRST e del CD Municipio X